/ Storie

In Breve

mercoledì 22 gennaio
sabato 18 gennaio
giovedì 16 gennaio
lunedì 13 gennaio
domenica 12 gennaio
lunedì 06 gennaio
giovedì 02 gennaio
mercoledì 01 gennaio
martedì 31 dicembre
domenica 29 dicembre

Che tempo fa

Cerca nel web

Storie | 16 dicembre 2019, 07:07

«Il presepe è una storia di famiglia. E la meraviglia di chi lo vede per la prima volta mi emoziona» VIDEO E FOTO

Il diorama multimediale del dottor Franco Zanzi è un'opera d'arte (e ha una dedica speciale): 13 metri quadri, 4 fasi della giornata in altrettanti minuti, 2 mesi di preparazione, 10 anni di continue rifiniture. «Chiunque voglia vederlo è il benvenuto»

Franco Zanzi e il suo meraviglioso presepe: un'autentica opera d'arte

Franco Zanzi e il suo meraviglioso presepe: un'autentica opera d'arte

Abbiamo lanciato ieri il nostro contest di Natale, che coinvolgerà i lettori dei giornali del gruppo MoreNews, di cui VareseNoi fa parte: si giocherà qui e anche su SanremoNews, ImperiaNews, MontecarloNews, SavonaNews, LaVoce di Genova, TargatoCN, La Voce di Alba, La Voce di Asti e Torino Oggi. In palio c'è una cena per due in un ristorante della città. Le modalità per partecipare ve le abbiamo spiegate QUI

Il primo varesino a partecipare è il dottor Franco Zanzi, biologo, 70 anni di cui 30 da direttore del laboratorio analisi della casa di cura la Quiete. Zanzi ci ha aperto la taverna di casa sua, nel quartiere Giubiano a Varese, regalandoci un'emozione: il suo presepe - un diorama multimediale - lascia senza parole. 

Ancora più toccanti sono la storia e la dedica di questa autentica opera d'arte: «Fin da quando ero bambino, l'allestimento del presepe è un momento molto importante nella mia famiglia. Ad aiutarmi c'è sempre stato mio fratello Gianni, che da qualche anno purtroppo non può però farlo a causa di una malattia: mentre lo preparo, il pensiero va sempre a lui». 

 

STORIA E CURIOSITÀ DEL PRESEPE

Come avete visto dal video qui sopra, non vi abbiamo mentito: questo presepe è una meraviglia. Di cui ci siamo fatti raccontare un po' di curiosità: «Ho iniziato 10 anni fa a realizzare questo tipo di presepe, che è un diorama. Lo spunto è nato nella parrocchia di Castronno, dove ad ogni festività natalizia Sergio Fongaro espone i suoi bellissimi lavori. Io ho deciso di aggiungere un aspetto di multimedialità; il presepe infatti attraversa l'intera giornata, in un ciclo di 4 minuti: l'alba, il giorno, il tramonto, la notte. Ad accompagnarlo ci sono le musiche tradizionali delle feste, mentre in sottofondo vengono riprodotti diversi effetti ambientali. Per montarlo ci metto circa due mesi e i miei amici Antonio, Gianni, Gabriele e Roberto mi danno sempre una mano. È proprio una grande passione: un piacere da pensionato che si sposa con un dna da fanciullo». 

I DETTAGLI

Guardiamo più da vicino. Il presepe occupa una porzione di circa 13 metri quadri della taverna. Le montagne sono realizzate in tela di sacco impregnata di gesso; le case sono fatte a mano, con i tetti in cotto e i camini da cui esce fumo. Ci sono 2 cascate, 2 laghi e 8 fonti in totale, con le pompe di riciclo che riportano l'acqua "a monte".

L'alternarsi dei momenti della giornata è gestito da una centralina elettronica con microprocessore, che gestisce accensione e spegnimento (ma anche intensità: i passaggi sono scanditi in dissolvenza) delle varie luci. La luna e la stella cometa sono create da due proiettori, le stelle sono riprodotte attraverso fibre ottiche. Le statutine, come ci racconta Franco, «le ho collezionate nel tempo. Alcune appartengono alla mia famiglia, altre le ho acquistate tanti anni fa alla Standa, altre ancora vengono aggiunte nel momento in cui trovo qualcosa di interessante». 

FRANCO VI ASPETTA

Il momento più bello per Franco è quello in cui lo mostra a qualcuno per la prima volta, come accaduto a chi vi scrive: «Lo stupore e la meraviglia sul viso di chi non l'ha mai visto prima mi danno una sensazione di grande gioia e soddisfazione. Chiunque abbia il piacere di vederlo è il benvenuto». 

Come anticipato, il presepe si trova a Varese, nel quartiere Giubiano. A disposizione c'è un parcheggio privato da quale si accede direttamente alla taverna. Il nostro consiglio è quello di... godervi lo spettacolo in compagnia della vostra famiglia: per concordare la visita è possibile contattare il dottor Franco Zanzi al numero 3483224593 o alla mail franco@zanzi.it

Gabriele Gigi Galassi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore