/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 15 dicembre 2019, 09:44

La Macelleria Borsani di Saronno si aggiudica all’asta on line il bue più importante della Fiera di Carrù

Evento tradizionale di un appuntamento giunto a 109 edizioni che da alcuni anni propone anche una asta su internet per coinvolgere macellai da tutto il mondo

La Macelleria Borsani di Saronno si aggiudica all’asta on line il bue più importante della Fiera di Carrù

A Carrù, in provincia di Cuneo, sono 109 anni che si svolge la "Fiera del Bue Grasso", momento clou per quello che è poi il piatto delle feste più ricercato, il bollito di Carrù appunto.  L'atmosfera che si respira a Carrù in questi giorni della Fiera è speciale: puoi incontrare i bambini con il bastone a "guidare" i buoi, anziani allevatori che hanno appena finito una abbondante colazione alla "piemontese" e tanti macellai che arrivano da tutta Italia.

Sì, perchè il bue grasso soddisferà i palati di tanti appassionati a Parma, Milano, Verona, Piacenza, Genova, Torino ma anche sarà sulle tavole estere di alcuni importanti ristoranti che acquistano tramite una macelleria e poi si dividono le pezzature. 

Una evoluzione delle tradizioni è l’asta on line con cui si possono ottenere buoi anche rimanendo a casa e puntando sui rialzi. Una invenzione di una decina di anni che sempre più si sta sviluppando sul territorio. Quest’anno erano tutti capi bovini di razza piemontese, ben 6, scelti dall’Anaborapi (Associazione Nazionale Allevatori Bovini Razza Piemontese), ente di riferimento del Comune di Carrù per l’organizzazione della 109esima Fiera Nazionale del Bue Grasso. Alla fine di ogni singola aggiudicazione sono state assegnate agli acquirenti le ambite gualdrappe dipinte a mano ed intestate alla macelleria acquirente direttamente dal pittore Bruno Bianco. 

Sostenitore della manifestazione è come da tradizione la Cantina Clavesana che riconferma, così, la sua vicinanza ed il sostegno all’evento dimostrando radicamento al territorio e, nel contempo, possibilità di un abbinamento vincente fra vino e carne, eccellenze di questa terra di Langa. 

Il bue più quotato, quello più importante, è stato aggiudicato alla Macelleria Borsani di Saronno per ben 11.050 euro. La Macelleria Borsani, che da sempre serve non solo un pubblico privato ma anche numerosi ristoranti del territorio, potrà presentare la gualdrappa del 2019, segno distintivo del Bue Grasso di Carrù, e offrire a tutti i suoi clienti tagli di bue per i migliori bolliti ed arrosti d’Italia.

Dal nostro corrispondente di Cuneo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore