/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 09 dicembre 2019, 13:20

CITTA' DI VARESE. Capitan Beretta e un giovane Valente nelle pagine di una storia piena di cose vere, passione e umiltà

Vincenzo Basso firma una splendida pagina biancorossa su Sprint e Sport in edicola partendo dal capitano e dal più giovane: «La gente biancorossa segue e legge tutto perché interessano la maglia e i colori, il resto non conta. Qui ritrovi il valore del calcio di provincia che ti avevano strappato»

CITTA' DI VARESE. Capitan Beretta e un giovane Valente nelle pagine di una storia piena di cose vere, passione e umiltà

Una pagina piena di competenza, passione e umiltà. Scritta e pensata, soprattutto, da chi c'era il primo giorno e c'è sempre, su tutti i campi della terza categoria e molto prima del Città di Varese. Nel numero di Sprint e Sport in edicola, e acquistabile anche online, Vincenzo Basso ci fa respirare il profumo delle cose vere e del calcio più autentico e genuino con questa pagina in cui c'è tutto.
 
C'è il capitano biancorosso, Andrea Beretta, che la scalata dalla terza alla Promozione l'ha già compiuta una volta con la Belfortese, ma quel che conta è che a lui daresti la fascia della maglia biancorossa in qualunque categoria, al torneo del bar o a Marassi. Beretta domenica prossima tornerà allo stadio con la maglia del cuore dopo averci giocato contro il 19 ottobre 2005 e aver perso 4-0: allora militava nella Solbiatese e di fronte aveva i biancorossi di Devis Mangia.  
C'è il più giovane, Federico Valente, 19 anni, gaviratese: al gol del 3-0 segnato nel recupero con il Casbeno alle Bustecche è stato sommerso da tutti, compagni in campo e in panchina, staff, tifosi, piccolo grande simbolo del futuro.

Vincenzo Basso in questa pagina ha messo quello in cui crede e che è facile sentirgli dire sui campi: «In Terza ti diverti davvero, molto più che in D. C’è un clima di paese, arrivare al campo è sempre una bella sorpresa. Ieri nella partita Olona-Città di Varese un giocatore è arrivato a partita in corso dalla pasticceria in cui lavora e ha potuto sedersi in panchina. La gente biancorossa segue e legge tutto perché interessano la maglia e i colori, il resto non conta. Qui ritrovi il valore del calcio di provincia che ti avevano strappato».
Sul campionato Basso dice che «la squadra sarà anche stata costruita in tre giorni ma è stata fatta per vincere», il ritorno a Masnago di domenica prossima «riporta al Franco Ossola i colori di casa, chiudendo una ferita» mentre per tutto il resto basta leggere l'intensa pagina di Sprint e Sport. 

A.C.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore