/ Cronaca

Cerca nel web

Cronaca | 03 dicembre 2019, 09:44

Una missione senza tregua. In undici mesi a Varese e provincia oltre 6700 interventi di soccorso dei vigili del fuoco

Il bilancio reso noto in occasione delle celebrazioni di Santa Barbara. Al primo posto ci sono gli incendi, poi gli incidenti stradali e i dissesti idrogeologici.

Una missione senza tregua. In undici mesi a Varese e provincia oltre 6700 interventi di soccorso dei vigili del fuoco

Oltre 6700 interventi di soccorso urgente dei vigili del fuoco in undici mesi, all'incirca venti al giorno, tutti i giorni dell'anno. Sono i numeri che il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Varese ha reso noto in occasione delle celebrazioni di Santa Barbara, la patrona del Corpo (leggi qui la cronaca della giornata).

Numeri che sottolineano ancora una volta il grande e fondamentale lavoro che gli uomini dei vigili del fuoco portano avanti con dedizione, sacrificio e impegno in nome della sicurezza di tutti. I dati, che prendono in esame il periodo dal 1 gennaio del 2019 al 30 novembre di quest'anno, sottolineano come siano stati quasi duemila (1994) gli interventi della sede centrale di Varese, 1721 quelli del distaccamrnto di Busto Arsizio, 545 quelli di Luino, 678 quelli di Somma Lombardo, 771 quelli di Saronno, 378 quelli di Ispra, 106 quelli del distaccamento di Malpensa e infine 180 quelli eseguiti dal Reparto Volo.

A questi numeri vanno aggiunti quelli - preziossissimi - del distaccamento volontari di Laveno e del distaccamento volontari di Gallarate. E, buon notizia, dal 7 dicembre andranno ad aggiungersi anche quelli che metteranno in campo i 26 volontari del distaccamento di Tradate, la cui apertura è stata annunciata proprio ieri nel corso della cerimonia dal comandante provinciale Antonio Albanese.

In particolare i Vigili del Fuoco sono intervenuti per: 1652 volte per incendi ed esplosioni; 667 volte per incidente stradale; 190 volte per dissesti statici; 82 volte per recuperi di veicoli o merci; 309 volte per danni d’acqua; 1948 volte per soccorsi e salvataggi; 42 volte per dispersioni, inquinamenti, emissioni e 48 volte per interventi di tipo aeroportuale. Numeri che riguardano solo gli interventi tecnici urgenti, ai quali va aggiunto il grande lavoro quotidiano messo in campo per prevenzione, assistenza e controlli di vario genere. Un lavoro insostituibile.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore