/ Territorio

Cerca nel web

Territorio | 30 novembre 2019, 09:04

Malnate dichiara lo stato di emergenza climatica: «Combatteremo per la salvaguardia dell’ambiente»

ll consiglio comunale ha approvato all'unanimità una mozione che impegna l’amministrazione comunale a mettere in campo tutte le azioni utili a sensibilizzare i cittadini sulla tematica

Malnate dichiara lo stato di emergenza climatica: «Combatteremo per la salvaguardia dell’ambiente»

Nella giornata in cui il parlamento europeo ha sancito l'esistenza di un’emergenza climatica, anche il consiglio comunale di Malnate, all’unanimità, ha approvato una mozione che impegna l’amministrazione comunale a combattere per la salvaguardia dell’ambiente. Una mozione presentata dai gruppi di maggioranza, ma che ha trovato l’avvallo anche di quelli di minoranza. Così il consiglio comunale di Malnate ha dichiarato, durante la seduta di giovedì 28 novembre, lo stato di emergenza climatica

Una mozione che diversi enti, tra Comuni Regioni e Stati, stanno approvando nel corso degli ultimi mesi, una presa di coscienza di ciò che accade al nostro pianeta per provare a contrastare un fenomeno, quello dei cambiamenti climatici, che rischia di porre fine al mondo come lo conosciamo oggi. L’impegno per l’amministrazione comunale è quello di lavorare affinché i cittadini prendano conoscenza della problematica, e mettano in atto comportamenti virtuosi per contrastarla.

Soddisfatto il sindaco Bellifemine: «Un segnale importante per tutti i nostri cittadini. Negli ultimi anni molto abbiamo lavorato per la salvaguardia dell’ambiente con progetti e campagne mirate. Le borracce nelle scuole, Porta la sporta, Imbrocchiamola, le casette dell’acqua: tutte azioni concrete destinate alla cittadinanza. Ma non solo: nelle ultime settimane sono arrivati a compimento due progetti fondamentali per la nostra città, il Pums e la firma del contratto Esco, che consentirà a cinque scuole di essere efficienti dal punto di vista energetico limitando considerevolmente le emissioni di CO2».

L’assessore all’Ambiente, Jacopo Bernard, ha aggiunto: «Una mozione che ci impegna a proseguire sulla strada tracciata dalla precedente amministrazione e dall’assessore Riggi. Malnate è già una città virtuosa ma lo deve essere ancora di più. Il cambiamento parte dal basso, e noi dobbiamo lavorare affinché le giovani generazioni comprendano a fondo che la salvaguardia del nostro Pianeta è l’unica via percorribile per potersi garantire un futuro».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore