/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 30 novembre 2019, 21:55

FOTO E VIDEO. Il "pastore" Tedesco guida i Mastini e abbaglia il Palalbani

Il neo acquisto Daniel Tedesco illumina i gialloneri con tre assist decisivi e alcuni lampi di classe da applausi: Caldaro battuto 6-2 anche grazie a una seconda linea sempre più protagonista. Una serata fantastica negli splendidi scatti di Alessandro Galbiati

Daniel Ross Tedesco, numero 6 giallonero: è bastata la prima partita per conquistare il cuore dei Mastini e del Palalbani con alcuni numeri d'alta scuola (foto Alessandro Galbiati)

Daniel Ross Tedesco, numero 6 giallonero: è bastata la prima partita per conquistare il cuore dei Mastini e del Palalbani con alcuni numeri d'alta scuola (foto Alessandro Galbiati)

Sei. Come il numero sulla maglia di Daniel Tedesco. Come i gol dei Mastini al Caldaro. Come le partite che mancano ai Mastini al termine della prima fase giocata dopo decenni tra le grandi, cioè in bilico tra primo e terzo posto in una battaglia a tre con Merano e Pergine (ha sbancato 1-0 la Meranarena!), racchiuse ai primi tre posti in tre punti, che non finirà qui.
 
Sei: come gli assist del neoacquisto giallonero Daniel Tedesco che valgono il prezzo del biglietto, uno più bello dell'altro. Tre fruttano tre gol, altri tre avrebbero potuto tranquillamente farlo. Il primo taglia la pista in verticale come una lama nel burro, lanciando Marcello Borghi davanti al portiere per l'1-0. Il secondo è un pallonetto che scavalca tutti, con il disco che riappare davanti ai pattini di Perna che scappa per il 5-2. Il terzo e ultimo, che vale il 6-2, è ancora diverso: il re dei marcatori dell'ultimo campionato s'avventa con furia, con una padronanza del bastone da manuale, scardinando la difesa dei suoi ex compagni e aprendo lo spazio ad Asinelli.

«Sulla punta del bastone ha una calamita», dice il presidente Torchio alla fine. E con le mani compie giochi da prestigiatore. Tedesco non segna ma penetra nel cuore della partita, dei Mastini, del pubblico. Non è da tutti entusiasmare senza insaccare neppure un disco, e lui lo ha fatto marchiando a fuoco la serata e facendo spellare le mani agli oltre 500 spettatori e a una curva tambureggiante.

C'è altro: la resistenza in 3 contro 5 per oltre un minuto, due gol in inferiorità numerica, una seconda linea sempre più protagonista con Vanetti e Asinelli, entrambi in gol per la seconda partita casalinga consecutiva, entrambi a un passo dalla doppietta (rigore fallito da Asinelli, ma se l'era anche procurato!).

C'è anche una gran bella sfida, soprattutto nel secondo periodo, pieno di velocità e tecnica ma anche di agonismo: il Varese se può cavalcare e giocare a viso aperto, però, è più forte anche se il Caldaro non scherza e, soprattuto davanti, è forse la squadra migliore vista al Palalbani insieme a Merano e Pergine.

Hanno un gusto speciale i gol di Vanetti (3-1: perché "sniper" mette dentro il disco assistito dai "suoi" Perna e Franchini) e il 4-2 di Schina perché esalta le sue potenzialità immense, anche offensive, ed è voluto in ogni modo: inserimento, tiro, ribattuta e poi, via, un fulmine sulla gabbia.

Da Rin è protagonista con mosse secche e spiazzanti: fa partire Tedesco in seconda linea ma lo inserisce a sorpresa in penalty killing e in tutte le situazioni decisive. Di più: giocano e ruotano tutti, terza linea tosta e frizzante, come chi entra a rinforzarla con lo spirito giusto. 

Due presenze, infine, che meritano: quella di Mauro Temperelli, segretario generale della Camera di Commercio, munito di macchina fotografica a bordo pista, e poi a colloquio con Diego Sampaoli di OGIlink e il presidente Torchio, e Diego Kostner, attaccante dell'Ambrì (ha giocato ieri) e dell'Italia dell'hockey, figlio dell'allenatore del Caldaro. 

Varese-Caldaro 6-2 (1-0, 4-2, 1-0)
Reti: nel primo periodo 18'56" Marcello Borghi (Tedesco, Perna) in inferiorità 1-0; nel secondo tempo 3'50" Vanetti (Franchini, Perna) 2-0, 6'31" Felderer in superiorità 2-1, 10'03" Franchini (Asinelli, Vanetti) 4-2, 10'42" Felderer 3-2, 13'33" Schina (M. Borghi, Tedesco) 4-2, 18'02" Perna (Tedesco, Borghi) in inferiorità 5-2; nel terzo periodo 9'25" Asinelli (Tedesco, Vanetti) 6-2.
Varese: Tura (Menguzzato); Re, Schina, M.Borghi, Perna, Franchini; Ilic, F.Borghi, Asinelli, Vanetti, Tedesco; Lo Russo, Cecere, Teruggia, Odoni, M.Mazzacane, Andreoni, Privitera, P.Borghi, Grisi, E.Mazzacane. Coach Da Rin.
Arbitri: Leandro e Simone Soraperra (Plancher, Brondi).
Note - Tiri Va 36, Cal 42; penalità Va 22' Cal 10'.

DICIASSETTESIMA GIORNATA
Como-Alleghe 7-3, Varese-Caldaro 6-2, Unterland-Appiano 2-3 all'overtime, Bressanone-Valpeagle 4-3, Merano-Pergine 0-1.

LA CLASSIFICA
Merano 33. Pergine 31. Varese 30. Valpeagle, Bressanone 23. Appiano 21. Valdifiemme 19. Como 14. Caldaro 12. Alleghe 11. Unterland Cavaliers 8.

DICIOTTESIMA GIORNATA
Venerdì 6 dicembre, 20.30: Bressanone-Valdifiemme.
Sabato 7, ore 18: Como-Appiano. 19.30: Caldaro-Unterland Cavaliers. 20.30: Valpeagle-Merano, Alleghe-Varese.

Andrea Confalnieri


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore