/ Sport

Cerca nel web

Sport | 29 novembre 2019, 18:39

Arriva la Pro Recco: la pallanuoto vista dal giornalista Sky Sport Daniele Barone

"Il Settebello è la nazionale più forte del Mondo e tutto il movimento è in grande crescita. La Pro Recco contro la Sport Management? Non nascondiamolo: è una corazzata"

Il giornalista SkySport Daniele Barone

Il giornalista SkySport Daniele Barone

Luglio 2019. In un'assolata mattina d'estate, l'Italia è attaccata al piccolo schermo per seguire le gesta del Settebello di Campagna. In poche ore un video d'esultanza di una manciata di secondi diventa virale: Daniele Barone, giornalista Sky Sport, voce della Champions League dell'emittente di Murdoch, salta festante intonando un coro che sa di medaglia d'oro.

Lo scorso anno è stato il centenario della pallanuoto italiana – ha detto il giornalista Sky pescarese, ma milanese d'adozione – e i festeggiamenti sono culminati con la vittoria del campionato del Mondo in Corea del Sud. Un risultato splendido per uno sport percepito ancora dai più come una pratica sportiva di nicchia, sebbene in Italia ci sia un movimento molto fervido e in crescita: nonostante i tanti stranieri talentuosi che giocano nei nostri campionati, rimaniamo noi a essere i più forti al Mondo. Ora ci saranno gli Europei in gennaio e poi  i giochi Olimpici a Tokyo e si parlerà di certo del Settebello”.

I Mastini della Bpm Sport Management arrivano carichi da una settimana vincente contro la seconda forza del campionato, l'An Brescia e la Ss Lazio Nuoto, ma sabato alla Manara proveranno in tutti i modi a rendere la vita difficile ai campioni della Pro Recco: “Inutile nasconderlo: i campioni d'Italia fanno storia a sé - ammette Barone -. Quest'anno vincono le partite con 10/15 gol di scarto, hanno preso i migliori della Bpm come Luongo e Di Somma, ma anche del Brescia e la forbice si è ulteriormente allargata rispetto agli scorsi campionati. Quindi, la possibilità di una debacle la ritengo remota e poco percorribile come eventualità”.

Telecronista della Champions League in tandem con il commento del coach azzurro, come vedi invece, la Pro Recco in Europa?

Il segreto della Pro Recco si chiama Gabriele Volpi, un grande appassionato che investe tantissimo per la sua squadra, prendendo i migliori da ogni dove e costruendo squadre stellari: tanto che spesso in Champions Ratko Rudic si prende il lusso di lasciare all'asciutto tre/quattro italiani, ma di quelli forti davvero. Non dimentichiamo però che la Pro Recco ha una grande tradizione e una grande storia a prescindere. Volpi rappresenta  un moltiplicatore di possibilità di vittoria: la Champions manca dal 2015 e l'obiettivo primario rimane certamente la conquista della Coppa”.

Dunque, signori, la corazzata è servita: non resta che ammirarla sabato alle 18 alla Manara di Busto Arsizio. Ma tifare per la Bpm Sport Management si può.

In fondo la storia di Davide e Golia sapete come è andata a finire, no?

Federica Rogato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore