/ Cronaca

Cerca nel web

Cronaca | 28 novembre 2019, 12:38

Spaccia cocaina anche se è agli arresti domiciliari: arrestato di nuovo

Durante un normale controllo i carabinieri di Busto hanno trovato il giovane nella sua abitazione con un coetaneo. Rinvenuti anche oltre 40 grammi di cocaina e alcuni frammenti di hashish, oltre a un bilancino di precisione e denaro contante.

Spaccia cocaina anche se è agli arresti domiciliari: arrestato di nuovo

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Busto Arsizio hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un ragazzo di 21 anni, un cittadino italiano sottoposto agli arresti domiciliari per reati connessi allo spaccio di droga.

Nel corso di uno degli abituali controlli del rispetto degli arresti domiciliari, i carabinieri hanno trovato il giovane all’interno della abitazione in compagnia di un coetaneo, anche lui con piccoli precedenti alle spalle.

Essendo orami pochi minuti prima della mezzanotte, i militari hanno deciso di approfondire la situazione, anziché limitarsi ad appurare la sola presenza in casa del detenuto domiciliare. E' quindi scattata una verifica, durante la quale i militari dell'Arma hanno trovato, sul tavolo della cucina, un bilancino di precisione.

A quel punto hanno deciso di perquisire meglio abitazione e i due ragazzi. I carabinieri hanno quindi rinvenuto un frammento di hashish (di 0,8 grammi), due involucri di cellophane contenenti circa 43 grammi di cocaina, uno spinello parzialmente combusta contenente frammenti di hashish, oltre alla somma contante di euro 190 in banconote di vario taglio, probabile profitto della attività di spaccio. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.

Il giovane, rintracciato all’interno dell’abitazione, è stato segnalato alla competente autorità amministrativa quale abituale assuntore di sostanza stupefacente. Il "padrona di casa" invece è stato nuovamente arrestato in attesa del giudizio con rito direttissimo fissato per la mattinata di oggi.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore