/ Territorio

Cerca nel web

Territorio | 27 novembre 2019, 09:03

METEO. La tregua è già finita: un'altra giornata sotto l'ombrello nel quarto novembre più piovoso di sempre

Su Varese e provincia pioverà almeno fino al pomeriggio. Le statistiche del Centro Geofisico Prealpino: questo mese caduti in città 400 millimetri di acqua, quasi due volte e mezzo la media del mese.

METEO. La tregua è già finita: un'altra giornata sotto l'ombrello nel quarto novembre più piovoso di sempre

La tregua è durata un paio di giorni. Come annunciato, del resto. E così oggi Varese e provincia si sono risvegliate nuovamente sotto la pioggia. Secondo le previsioni diffuse dal Centro Geofisico Prealpino andrà avanti almeno fino al pomeriggio.

«Oggi - recita il bollettino - molto nuvoloso o coperto con piogge diffuse al mattino e nevicate oltre circa 1600 metri. Precipitazioni in esaurimento nel pomeriggio a partire dal Piemonte. In serata perlopiù asciutto e qualche schiarita sulle Alpi, in pianura formazione di locali nebbie».

Domani dovrebbe andare meglio: «Al mattino residua nuvolosità e locali nebbie sulla pianura in graduale dissolvimento, via via più sole nel pomeriggio». Del resto quello in corso è uno dei novembre più piovosi di sempre. Lo dicono le statistiche.

Fino a lunedì scorso a Varese, secondo i dati del Centro Geofisico Prealpino, erano caduti 384 millimetri di pioggia, quasi due volte e mezzo la media di 158 millimetri. Dalla mezzanotte di oggi alle 9 del mattino ne sono caduti oltre 11, secondo quanto rivela la centralina meteo del Centro.

«Si tratta - scrivono gli esperti del Centro Geofisico Prealpino sulla pagina Facebook - del quarto mese di novembre più piovoso dal 1965, dopo i record del 2002 (669 mm), 2014 (649 mm) e 2000 (447 mm). Il grafico della pioggia cumulata mostra però che non tutto il deficit idrico dell'anno meteorologico 2019 è stato recuperato, mancando ancora circa 200 millimetri».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore