/ Varese

Cerca nel web

Varese | 25 novembre 2019, 22:06

FOTO. Gli alpini di Varese e la loro Riconoscenza celebrati in una delle serate più belle dell'anno

La Sala Napoleonica di Ville Ponti gremita di centinaia di alpini e amici degli alpini per la consegna del Premio Pà Togn e di altri riconoscimenti, contributi, donazioni e tutto ciò che arriva dal grande cuore delle penne nere

Sala Napoleonica di Ville Ponti gremita per la Serata dell'Associazione Nazionale Alpini-Sezione di Varese (foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Gruppo Alpini Varese)

Sala Napoleonica di Ville Ponti gremita per la Serata dell'Associazione Nazionale Alpini-Sezione di Varese (foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Gruppo Alpini Varese)

Sabato scorso presso la Sala Napoleonica delle Ville Ponti, si è svolta la «Serata della Riconoscenza» della Associazione Nazionale Alpini-Sezione di Varese. La serata organizzata dai Gruppi Alpini della Zona 1 - Brinzio, Cantello, Capolago, Lozza, Malnate e Varese - con un concerto del Corpo Musicale A.N.A “Giuseppe Verdi” di Capolago, ha ospitato i consueti appuntamenti di fine anno della Sezione che con i suoi 78 Gruppi Alpini accomuna larghissima parte del territorio provinciale.

Innanzitutto la consegna del “Premio Pà Togn”, intitolato a Don Antonio Riboni, già cappellano degli alpini nel conflitto ‘15-‘18 e tra i principali promotori della fraternità alpina sul nostro territorio dopo le due guerre mondiali, conosciuto ed amato a Varese anche per il suo ruolo di cappellano dell’ospedale psichiatrico e soprattutto per le sue proverbiali doti di bontà e generosità, qualità che vengono individuate nei premiati e che ogni anno ispirano la consegna del riconoscimento.

Nella sala gremita di alcune centinaia di alpini, amici degli alpini e soci aggregati, a nome del consiglio direttivo sezionale, il presidente della Sezione di Varese Franco Montalto, affiancato dal presidente onorario Francesco Bertolasi, dal vice-presidente nazionale A.N.A. Lorenzo Cordiglia e dal direttore generale A.N.A. Adriano Crugnola, ha insignito dell’ambito premio l’alpino Angelo Berlato, del Gruppo di Cardano al Campo. Dentro e fuori i confini italiani, Berlato è stato esempio di operosità generosa e gratuita, con assoluto “spirito di Alpinità”, come è stato ricordato nel corso della premiazione.

Nel corso della serata sono stati inoltre consegnati numerosi premi legati alle attività sportive della Sezione di Varese sul territorio, con la consegna del “33° Trofeo Presidente Nazionale”, andato al Gruppo Alpini di Carnago.

Un elemento di novità e di appassionato coinvolgimento si è creato con una semplice cerimonia di consegna del berretto norvegese ai soci aggregati che sono stati accolti come Amici degli Alpini. Un passaggio tutt’altro che banale, ha ricordato il vice-presidente nazionale Cordiglia, perché questo berretto è simile «al primo che ciascun alpino ha ricevuto al momento del servizio militare ed è quindi un segno che rinsalda l’unione tra i soci per l’oggi ma soprattutto per il futuro dell’Associazione Nazionale Alpini».

Lunghi applausi hanno accompagnato la consegna di alcuni contributi in denaro tramite il Fondo di Solidarietà Monsignor Tarcisio Pigionatti - indimenticato cappellano della Sezione ed esempio assoluto di generosità varesina - sostenuto delle donazioni effettuate dai Gruppi della Sezione, ad alcune realtà associative del territorio per sostenere la loro attività assistenziale e solidaristica.

Grande emozione quando sul palco sono saliti tre rappresentanti del Corpo dei Vigili del Fuoco, ai quali la Sezione A.N.A. di Varese ha consegnato una donazione che permette loro il definitivo acquisto di una importante attrezzatura di soccorso, in parte finanziata dalla Regione Lombardia. Vi è un legame saldo ed antico tra gli alpini, le loro squadre di Protezione Civile e i Vigili del Fuoco: un legame di fratellanza e generosità che si è ben compreso grazie agli applausi fragorosi che hanno salutato la loro presenza sul palco e grazie al raccoglimento che ha accompagnato l’esecuzione del “Silenzio” da parte di una tromba solista, in memoria dei Vigili del Fuoco recentemente caduti in servizio in provincia di Alessandria.

L’appuntamento con la «Serata della Riconoscenza» della Sezione A.N.A. di Varese si aggiorna alla fine del prossimo anno, quando comincerà a presentarsi come evento itinerante attraverso le dieci zone del territorio, ovvero con uno profondo desiderio di legame con le peculiarità locali all’interno di in un percorso di rinnovamento nel solco della tradizione alpina. 

Qui sotto nella gallery alcune foto della Serata della Riconoscenza tratte dalla pagina Facebook ufficiale del Gruppo Alpini Varese

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore