/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 18 novembre 2019, 12:56

Ciclismo femminile, svelato il 20° Trofeo Binda - Da Moreno. Si corre domenica 22 marzo anche sulla Rai

La televisione di Stato, come l'anno scorso, trasmetterà la gara. Francesca Brianza: «Lo sport è una chiave di sviluppo fondamentale per il territorio»

Un momento della presentazione

Un momento della presentazione

Al centro commerciale di Cocquio Trevisago, presente il sindaco Danilo Centrella, è stato presentato dall'organizzatore Mario Minervino la 22° edizione del trofeo Binda - trofeo Da Moreno, che si svolgerà domenica 22 marzo 2020.

Rispetto alla passata edizione, la partenza avverrà dal piazzale antistante al centro commerciale, per poi iniziare un circuito che attraverserà i comuni di Olginasio, Besozzo, Cittiglio, Casalzuigno, la salita di Orino - dove ci saranno i gran premi della montagna - per raggiungere dopo 140 chilometri il lungo rettilineo di strada che da Cittiglio porta a Cuveglio.

Come nelle passate edizioni sarà una gara avvincente, a cui parteciperanno le più forti squadre ciclistiche femminili mondiali, che daranno spettacolo su di un percorso difficile e selettivo. Alla presentazione erano presenti i sindaci del territorio, la campionessa di ciclismo Elisa Borgo Longhini, i rappresentanti della camera di Commercio di Varese, i volontari della protezione civile e le forze di polizia che avranno il compito di garantire la sicurezza delle atlete su tutto il percorso.

Per evidenziare l'importanza del grande evento era presente anche la vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Francesca Brianza, che nel suo intervento ha sottolineato come lo sport sia importantissimo per lo sviluppo del territorio. La vice del governatore Attilio Fontana, ha detto che come l'anno scorso «avremo le riprese RAI per far vedere le bellezze del territorio. Avremo molte persone che arriveranno da diversi paesi internazionali e soggiorneranno nel territorio per preparare la gara e questo vuol dire sviluppo turistico-alberghiero. Le vere protagoniste dell'evento saranno le donne, che ancora una volta dimostreranno la loro capacità, la voglie di emergere in una disciplina sportiva molto dura, dove la preparazione atletica e la forza di volontà e tenacia sono al primo posto e su questo le donne sono sempre al primo posto». 

Claudio Ferretti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore