/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 18 novembre 2019, 15:52

Ospedale Del Ponte, Astuti (Pd): «Bene il finanziamento del terzo lotto, ma la Regione non si fermi qui»

Il consigliere regionale del Partito Democratico: «Senza l'approvazione delle linee guida per la redazione dei piani strategici di ATS e Asst gli interventi non possono che procedere a macchia di leopardo»

Ospedale Del Ponte, Astuti (Pd): «Bene il finanziamento del terzo lotto, ma la Regione non si fermi qui»

Finanziamenti stanziati dalla Regione Lombardia per il completamento dell'ospedale Del Ponte di Varese (leggi qui), anche il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti commenta positivamente la notizia e sottolinea l'urgenza che il Pirellone ora approvi anche i piani strategici di Ats e Asst. 

«La notizia del finanziamento del terzo lotto del Del Ponte - dichiara il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti - è attesa da molto tempo ed è una buona notizia. Va dato merito all’associazione Il Ponte del Sorriso di Emanuela Crivellaro di aver condotto un’incessante battaglia per ottenere le risorse necessarie a completare la ristrutturazione dell’ospedale, battaglia che noi abbiamo sostenuto con forza in Regione in questi ultimi anni».

«Il Del Ponte è uno dei centri più importanti d’Italia per la cura della mamma e del bambino - prosegue il consigliere regionale - e la conclusione della ristrutturazione, con il terzo lotto, permetterà finalmente di risolvere diversi problemi logistici per i quali oggi una parte delle funzioni è dislocata al Circolo, con le comprensibili difficoltà».

Ma il lavoro di Regione Lombardia, secondo Astuti, non può e non deve finire qui: «Se il finanziamento al Del Ponte è una buona notizia - sottolinea l'esponente del Pd - rimane ancora un problema generale che ha diverse ricadute sul territorio, ed è quello della programmazione. Da tempo attendiamo che la Regione approvi le linee guida per la redazione dei piani strategici, i POAS, di ATS e Asst, senza le quali gli interventi non possono che procedere a macchia di leopardo, in modo disorganico e talvolta emergenziale. Questa è una responsabilità diretta della Regione e continueremo a insistere perché si arrivi finalmente a un punto».

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore