/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 17 novembre 2019, 20:09

«A Masnago tutto è possibile». Varese stende i campioni d’Italia all’overtime: delirio biancorosso. FOTO E VIDEO

Il governatore Fontana l’aveva predetto. Openjobmetis in controllo fino all’intervallo, poi la rimonta di Venezia e l’overtime, dove Mayo (e Tambone) fanno esplodere i tifosi (93-91). Mvp della partita Simmons: un gigante. Battibecco Toto-Caja: risolveranno, siamo certi

Una grande vittoria di squadra per la Pallacanestro Varese (foto Fabio Averna)

Una grande vittoria di squadra per la Pallacanestro Varese (foto Fabio Averna)

«A Masnago tutto è possibile». Le parole, pubblicate su queste colonne, sono di Attilio Fontana, governatore della Lombardia e grande tifoso biancorosso, prima dell’inizio della partita contro i campioni d’Italia della Reyer. Nulla di più vero…

«A Masnago tutto è possibile». Per esempio, che Varese domini i primi due quarti (+10, +13) mettendo la museruola all’enorme potenziale offensivo dei granata di De Raffaele. E, altrettanto, che si inchiodi quasi completamente nei due quarti successivi, costringendosi ai supplementari.

«A Masnago è tutto possibile». Soprattutto quando il popolo biancorosso (dal primo all’ultimo, tutti e 4483) scende in campo al fianco dei suoi giocatori, spingendo dentro le bombe dal piazzale del Sacro Monte di Mayo e persino quelle di Tambone, che non segnava una tripla (si esagera… forse) da mesi e che invece ne mette due, meravigliose, nel momento giusto. 

«A Masnago tutto è possibile». Persino sostituire Cain con un giocatore ancora più forte. Di nome fa Jeremy, di cognome Simmons, di professione domina sotto i canestri: 17 punti, 8 rimbalzi in attacco, 5 in difesa (totale: 13), 4 stoppate, 2 assist, 1 recupero, 32 di valutazione. Sia benedetta la Lousiana. 

«A Masnago tutto è possibile». Per non farsi mancare niente, a fine partita - con i nervi a fior di pelle per una vittoria pazzesca, strappata con le unghie, che avrebbe però potuto essere pure una sconfitta - il Toto (Bulgheroni) se la prende con Caja, in uno scambio piuttosto acceso notato dall’obiettivo del nostro Fabio Averna (e non solo). Divergenze di idee: potrebbe darsi. Troppo esperti e innamorati di Varese il Toto e l’Artiglio per, eventualmente, non chiarirsi: ne siamo certi.

«A Masnago tutto è possibile». E quando si vince, qualunque cosa accada, si festeggia: Varese batte Venezia 93-91 dopo un tempo supplementare. Goduria biancorossa. 

OVERTIME

Guardiamo la partita al contrario e riviviamo subito il pazzesco overtime. Partendo però da tre striscioni esposti a inizio gara. I veneziani nel settore ospite appendono questa frase: «Assenti, stiamo lottando contro gli eventi». La risposta della curva biancorossa: «Vicini al popolo veneziano, non mollate». Poi, durante il primo quarto, un pensiero per i vigili del fuoco dopo i tragici fatti di Alessandria: striscione «Varese con dolore vi omaggia e vi rende onore», coro «il pompiere paura non ne ha» e un mazzo di fiori consegnato ai rappresentanti locali.

Come promesso, ecco l’overtime in versione “uncut”, senza tagli. 

Alto-basso tra Simmons e Vene, +2 Varese. 

Stesso gioco per De Nicolao e Daye, che però scalpella. 

Fallo non fischiato a Clark, contropiede Chappell e parità a 77. 

Vene tutto solo sotto canestro, assist Mayo, +2 Varese. 

Tripla dall’angolo di De Nicolao, +1 Venezia. 

Errore di Clark, millesimo rimbalzo di Simmons, bomba di Mayo: Masnago urla, De Raffaele chiama timeout (82-80, 2’43’’ da giocare). 

Daye di forza, parità a 82. 

Mayo tripla folle dall’angolo, 85-82. 

Fischi assordanti di Masnago, Venezia sbaglia, Mayo incassa il fallo di De Nicolao in penetrazione: due liberi a segno, 87-82, 1’25’’ alla sirena. 

Rimbalzo in attacco, tap-in vincente e fallo per Chappell: 87-85, 1’06’’ alla fine. 

Mayo! Mayo! Mayo dal piazzale del Sacro Monte! 90-85!

Due liberi di Tonut, 90-87, 42’’ da giocare.

Ma-tte-o, Ta-mbo-ne! Ma-tte-o, Ta-mbo-ne! Ma-tte-o, Ta-mbo-ne! 93-87.

Tonut in penetrazione (93-89).

Brutta persa di Peak, stoppata pazzesca di Simmons ma è interferenza (93-91, 8’’ da giocare).

Rimessa precisa di Varese che porta Mayo in lunetta con 7’’7 da giocare: fuori entrambi. 

Venezia riesce a prendere l’ultimo tiro: secondo ferro per Chappell, vince Varese! 93-91! 

STATISTICHE FINALI

Alla fine il top scorer è Mayo, devastante all’overtime con 11 punti a referto dei suoi 25 totali. Il generale chiude con 5/11 da tre, 4/6 ai liberi, 20 di valutazione. Il dominatore assoluto, come anticipato, è Simmons, seguono un Vene silenzioso (13 punti) e i più appariscenti Clark e Tambone (11 punti a testa alla fine, per Tambo 9 tra quarto quarto e supplementare). Varese vince a rimbalzo (39-33) soprattutto in fase d’attacco (14-8) e chiude con più che discrete percentuali: 44,3% dal campo, 33,3 da tre, 20/25 ai liberi. Per Venezia il migliore è Bramos, con 17 punti pesanti nelle fasi finali dei regolamentari al pari di Chappell e Watt (14 punti), poi Tonut e Daye con 13 e De Nicolao con 11. 

I TEMPI REGOLAMENTARI

Riviviamo invece rapidamente i tempi regolamentari. Molto “semplici” nel loro sviluppo: due quarti dominati da Varese, soprattutto grazie a una difesa impenetrabile, fatta di intensità, baricentri bassi, piedi rapidi, generosità; due quarti con la grande rimonta di Venezia, trascinata da fisico, talento e… tanti tiri liberi. 

Vantaggio biancorosso che è andato via via crescendo: 7-2, 12-5, 19-7 e 24-14 a fine primo quarto; poi 33-19, 39-24 e 41-28 all’intervallo. 

Vantaggio biancorosso che si è poi assottigliato fino alla parità: 45-30, 51-43, 53-45 a fine terzo quarto; 56-52, 56-57, 61-57, 72-70, 74-73, 74-75, 75-75. 

Da segnalare qua e là alcuni flash: i sottomano da elegante cameriere di Mayo, l’ottimo impatto e la grande voglia di Clark, un paio di giocate del capitano da capitano, tutte le giocate da una parte e dall’altra del parquet di Jeremy Simmons. Basta così, ora si festeggia. Ci si rivede a Reggio Emilia, sabato sera, alle 20.30. 

LA SALA STAMPA

IL TABELLINO

Openjobmetis Varese-Reyer Venezia 93-91 (24-14, 41-28, 53-48, 75-75)
VARESE: Peak 1 (0/4, 0/2), Clark 11 (4/5, 1/4), De Vita n.e., Jakovics 11 (0/1, 2/6), Natali, Vene 13 (5/6, 1/3), Simmons 17 (5/11), Seck n.e., Mayo 25 (3/5, 5/11), Tambone 11 (1/1, 2/4), Gandini, Ferrero 4 (2/4, 0/3). All. Caja. 
VENEZIA: Stone 2 (1/2, 0/2), Bramos 17 (5/7 da 3), Tonut 13 (4/6, 0/3), Daye 13 (4/9, 1/4), De Nicolao 11 (3/5, 1/3), Filloy 3 (0/1, 1/3), Vidmar 2 (1/1), Chappell 14 (3/8, 2/3), Mazzola 2 (1/2, 0/1), Pellegrino n.e., Cerella n.e., Watt 14 (3/3). All. De Raffaele. 
Arbitri: Lo Guzzo, Vicino, Boninsegna. 
NOTE - Da 2: Va 20/37, Ve 20/37.
Da 3: Va 11/33, Ve 10/26.
Tiri liberi: Va 20/25, Ve 21/24. 
Rimbalzi: Va 39 (14 in attacco, Simmons 13), Ve 33 (8 in attacco, Stone 5).
Assist: Va 17 (Clark, Mayo, Vene 3), Ve 16 (Daye, Stone 3).
Palle perse: 11-14.
Palle recuperate: 5-5.
Spettatori: 4483. 

Risultati, classifica e prossimo turno su Legabasket.it

Gabriele Gigi Galassi e Valentina Fumagalli


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore