/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 13 novembre 2019, 03:33

Gran Galà in blu, successo che tocca il cuore: vincono solidarietà, pompieri... e la piccola Ludovica. FOTO

Alla cena hanno partecipato più di 200 persone per un ricavato di 5.626,30 euro. L'associazione Articolo Tre Varese userà i fondi per la casa del "Dopo di Noi": «Nel primo quadro che appenderemo ci saranno i soldini che Ludovica ci ha voluto donare»

I campioni della terza edizione del Gran Galà in Blu sono... i vigili del fuoco!

I campioni della terza edizione del Gran Galà in Blu sono... i vigili del fuoco!

Una serata indimenticabile. Per chi ha partecipato seduto al tavolo, perché ricorderà di aver fatto un gesto di grande cuore; e per chi era in cucina a improvvisarsi chef, felice di aiutare un'associazione - Articolo Tre Varese - che si occupa di fragilità e disabilità e che merita tanti altri successi strepitosi come quello di sabato sera: al Collegio De Filippi, per la terza edizione del "Gran Galà in Blu", si sono presentati più di 200 invitati, che hanno permesso di raccogliere 5.626,30 (quel ,30 è una storia nella storia...) con le loro donazioni. 

LA CENA

In cucina si sono date da fare quattro squadre: i politici, che hanno preparato l'antipasto; i vigili del fuoco, responsabili dei primi; gli imprenditori, ai secondi; i giornalisti, che hanno chiuso con i dolci. A dirigerli il masterchef Davide Aviano, ad aiutarli i professori e gli studenti (davvero bravissimi!) del De Filippi

In sala, dove sedevano anche i campioni della Fisdir (che hanno consegnato delle speciali medaglie a tutti gli "chef per un giorno"), i mattatori sono stati il simpatico Fo Siracusa e la splendida Simona D'Arcangelo, accompagnati dalla musica di Fulvio Rosa e dalla dolce voce di Federica Ruiu. Gran finale con il cabarettista di Colorado Cafè Roberto De Marchi.

La vittoria, sancita dai voti dei commensali e della giuria di qualità, è andata ai Vigili del Fuoco, che hanno conquistato tutti con il loro bis di primi: orecchiette al pesce spada, pomodorini pachino e zucchine fritte; trofie all'amatriciana rivisitata. Da leccarsi i baffi.  

Se vi siete persi l'appuntamento, nessun problema: in fondo trovate la gallery fotografica della terza edizione... E l'anno prossimo potete rifarvi partecipando alla quarta!

LA VERA VINCITRICE

Come dicevamo, c'è una storia nella storia. Ed è quella della piccola Ludovica, che durante l'asta dei quadri si è avvicinata alla presidentessa dell'associazione Articolo Tre, Emanuela Romeo, con un euro e trenta in mano, dicendole: «So che non bastano per comprare un quadro di Serena. Ma prendeteli: spero che siate felici lo stesso». 

Emanuela Romeo sa già cosa fare di questo meraviglioso dono: «Metterò queste monete in quadro e sarà il primo che appenderemo nel casale dei nostri sogni. Sì, perché l'obiettivo che abbiamo dato al ricavato di questa serata è aprire una fondazione e acquistare un casale per il "Dopo di Noi": si intende una Comune dove le famiglie possono vivere fino all'ultimo giorno con il proprio caro, in modo che anche il ragazzo disabile possa sentirsi in famiglia e dire "questa è casa"».

La presidentessa, insieme al vice Francesco Marcello e a tutti i volontari dell'associazione Articolo Tre Varese, ha voluto ringraziare i partecipanti, gli chef (veri e improvvisati) e gli sponsor che si sono messi a disposizione per questo grande appuntamento di solidarietà e beneficenza: Aime Italia, Associazione Panificatori Varese, Fantinato Group, Salumificio Colombo Gavirate, Sapori di Sicilia Varese, Tipografia Galli Varese, Tourlé Gazzada e Marchirolo. 

IL NOSTRO GRAZIE

Anche VareseNoi ha potuto dare il suo contributo: chi vi scrive è stato infatti invitato a far parte della squadra dei giornalisti, insieme ai colleghi Mario Visco della Prealpina e Matteo Inzaghi direttore di Rete 55. Tre "cuochi impresentabili" (così si chiama il gruppo whatsapp dove sono nate idee e ricette per la serata) che si sono però divertiti tantissimo, come potete vedere qui sotto nel video in diretta di Marco Colombo pubblicato sulla pagina Facebook di Aime Italia. 

È stata una bella fatica, ma è stata soprattutto una soddisfazione 10, 100, 1000, anzi 5.626,30 volte più grande. E per questo vogliamo dire ancora una volta grazie, di cuore. 

Appuntamento all'anno prossimo!

 

Gabriele Gigi Galassi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore