/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 11 novembre 2019, 13:28

Italia femminile, domani bisogna battere Malta. Milena Bertolini: «Attacchiamo subito e limitiamo gli errori»

Le Azzurre giocano a Castel di Sangro (e in diretta su Rai2) alle 14.15, il ct chiama Lenzini e Merlo al posto delle infortunate Gama e Guagni

Il ct azzurro Milena Bertolini in conferenza stampa (foto figc.it)

Il ct azzurro Milena Bertolini in conferenza stampa (foto figc.it)

Ci vorrà la grande esperienza di Milena Bertolini per dare la grinta al gruppo delle Azzurre che domani, martedì 12 novembre, dovranno affrontare Malta (ore 14.15, diretta su Rai2). L'empatico commissario tecnico dovrà forzatamente fare a meno  non solo di Baldi e Giacinti, infortunate e già assenti con la Georgia, ma anche di Gama e Guagni, che hanno subito un colpo di arresto dopo la partita con le georgiane vinta 6-0.

Al loro posto sono state convocate le calciatrici Lenzini del Sassuolo e Merlo dell'Inter, alla prima convocazione in Nazionale. Le due giovani calciatrici sono reduci dall'amichevole under 23 giocata in Olanda, e raggiungeranno le compagne in ritiro a Castel di Sangro per preparare lo spigoloso incontro con le maltesi. L' attuale percorso della nazionale femminile è stato positivo, le Azzurre infatti sono a punteggio pieno nel loro girone, in vantaggio di tre punti sulla Danimarca che ha però una partita in meno, mentre le avversarie hanno un solo punto, conquistato contro Israele.

Milena Bertolini, analizzando il prossimo incontro, sottolinea la bravura del gruppo e aggiunge: «Con la Georgia siamo state brave a sbloccare subito il risultato e non abbiamo poi sbagliato nulla. Voglio lo stesso approccio alla gara di domani, bisogna subito attaccare e sbagliare il meno possibile. Poi, come a Benevento, anche a Castel di Sangro avremo il caloroso pubblico che inciterà le ragazze. Per le assenze, speriamo che le infortunate rientrino presto per le partite di campionato, ma ho a disposizione altre calciatrici, e sapranno sicuramente farsi valere, facendosi trovare pronte per la partita, in quanto il gruppo è molto affiatato ed unito».

Claudio Ferretti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore