/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 10 novembre 2019, 11:01

«Ciao Martino, non conta da quanto non ti vediamo perché sappiamo che stai giocando. I tuoi mister Cosimo, Federico e Paola»

Martino Colombo, scomparso il 10 novembre 2013 insieme al fratello Luca e a papà Fabrizio, ricordato dai suoi mister Cosimo Bufano, Federico Fumagalli e Paola Florio

L'ultima volta di Martino nel suo Franco Ossola con il suo Varese: era l'1 novembre 2013 e prima di Varese-Juve Stabia 2500 ragazzini di scuole calcio e oratori della provincia sfilarono sulla pista insieme a lui

L'ultima volta di Martino nel suo Franco Ossola con il suo Varese: era l'1 novembre 2013 e prima di Varese-Juve Stabia 2500 ragazzini di scuole calcio e oratori della provincia sfilarono sulla pista insieme a lui

Un piccolo pensiero, un grande gesto: il 13 novembre 2013 se ne andava Martino Colombo, giovanissimo cuore biancorosso del Varese 1910, e i suoi mister Cosimo Bufano, Federico Fumagalli e Paola Florio lo ricordano con questo semplice e toccante pensiero che si aggiunge a quello di Marco Caccianiga (leggi qui). A Martino noi dedichiamo invece la foto della sua ultima volta al Franco Ossola che vedete sotto il titolo: era l'1 novembre 2013, sugli spalti c'erano 6mila spettatori con 2.500 bimbi di scuole calcio e oratori della provincia che, prima di Varese-Juve Stabia 2-2, sfilarono sulla pista in un Franco Ossola davvero indimenticabile perché sembrava pieno di futuro e vita. C'era anche Martino, e c'è ancora.

In fondo non conta da quanto non ti vediamo, e non importa nemmeno quanto sei lontano. Perché tu sei nel posto esatto in cui sei sempre stato, su un campo da calcio a giocare.

Sei lì nell'unico luogo possibile, in quel punto nascosto da tutto, in quell'angolo dove c’è spazio per una sola, preziosa cosa rara. Una sola. Solo una. E Sei tu.

Ciao Martino i tuoi mister ti abbracciano più forte che mai 

Ci manchi 

Cosimo, Federico e Paola

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore