/ Varese

Che tempo fa

Cerca nel web

Varese | 08 novembre 2019, 11:09

VARESE CAPITALE DEL GUSTO. Due giorni al Sacro Monte con i più giovani e affermati chef d'Europa

Dall'11 novembre l'associazione JRE-Jeunes Restaurateurs raduna per due giorni al Sacro Monte alcuni dei migliori chef a livello europeo. Silvio Battistoni delle "Colonne": «Orgoglioso ed emozionato di poter cucinare per loro». Protagonisti anche Camponovo, Borducan e Hotel Sacro Monte

Il presidente europeo Daniel Lehmann del Ristorante Moosegg in Svizzera

Il presidente europeo Daniel Lehmann del Ristorante Moosegg in Svizzera

Trenta tra i più giovani e affermati cuochi d’Europa saranno a Varese dall’11 novembre per una due giorni di convegni, e hanno scelto il patrimonio Unesco del Sacro Monte per il loro soggiorno. Si tratta del presidente e dei membri del board europeo dell’associazione internazionale JRE-Jeunes Restaurateurs,  che raggruppa giovani chef e ristoratori di grande talento, che condividono un'enorme passione per cibo, alimenti e la loro provenienza, la sostenibilità e l’innovazione in campo culinario. 

Il meeting si svolgerà nella sala della Location Camponovo, mentre le strutture che accoglieranno gli ospiti saranno il Borducan, l’Hotel Sacro Monte e l’Albergo Ristorante Colonne in cui potranno assaggiare le prelibatezze dello chef varesino Silvio Battistoni. «E’ un onore per me poter ospitare una delegazione della mia associazione qui a Varese – dice Battistoni – E’ un evento molto importante, di richiamo europeo e sono orgoglioso e allo stesso tempo emozionato di dover cucinare per loro». 

Gli associati JRE vengono selezionati fra i più innovativi giovani chef in un’età compresa tra i 25 e 42 anni, per poi diventare onorari oltre i 50 anni. Diverse e precise le caratteristiche indispensabili prese in considerazione per poter entrare a far parte dell’associazione: l’importanza data alla sostenibilità alimentare, alla qualità e provenienza delle materie prime; il rispetto per il patrimonio di ogni territorio di provenienza e la promozione di una propria identità culturale; la promozione dell’innovazione; l’estrema cura rivolta all’approccio con il cliente e alla costruzione di rapporti tra persone; il coltivare la passione senza fine per il proprio lavoro.

Il presidente europeo è lo chef Daniel Lehmann (Ristorante Moosegg, Svizzera), affiancato dal vicepresidente Alexander Dressel (Ristorante Romantik Hotel Bayrisches Haus, Germania) e dagli chef Rik Jansma (Ristorante Basiliek, Olanda) e Daniel Canzian (Ristorante Daniel di Milano). La compagine italiana, oggi composta da 88 associati, è guidata dallo chef Luca Marchini, titolare del Ristorante L'Erba del Re di Modena. A supportarlo, il board composto dal vicepresidente Marcello Trentini, chef del Magorabin di Torino; il segretario e tesoriere Stefano De Lorenzi lo chef del Ristorante Due Mori di Asolo; i consiglieri Aurora Mazzucchelli chef del ristorante Marconi di Sasso Marconi, Alberto Faccani chef del ristorante Magnolia di Cesenatico e Filippo Saporito, chef del ristorante La Leggenda dei Frati di Firenze.

Valentina Fumagalli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore