Biancorossi nel mondo | 30 ottobre 2019, 19:30

Martina Zuliani da Pechino: «Sopra al mio letto c’è sempre una bandiera biancorossa. E lo sapete che gli “Indimenticabili” sono nati nel mio garage?»

Seconda puntata della nuova rubrica realizzata in collaborazione da VareseNoi con "il Basket Siamo Noi”

Martina Zuliani ha portato la Pallacanestro Varese e il Basket Siamo Noi… ai Mondiali 2019!

Martina Zuliani ha portato la Pallacanestro Varese e il Basket Siamo Noi… ai Mondiali 2019!

Prendete un mappamondo, fatelo girare, poi fermatelo con il vostro dito lasciando al caso la scelta del luogo. Ovunque si sia posizionato, lì troverete un tifoso della Pallacanestro Varese: una leggenda del basket italiano, europeo, mondiale. Così è nata l’idea che, insieme a “Il Basket Siamo Noi”, vi proponiamo in questa rubrica dal nome “Biancorossi nel mondo”. Cercheremo in giro per il mondo dei cuori che battono per i nostri colori e di loro scopriremo la vita lontana da qui, i ricordi più belli, i pensieri e le speranze sul presente e sul futuro. 

Seconda tappa Pechino, capitale della Cina: il cuore biancorosso che vive qui è Martina Zuliani. Vi anticipiamo due curiosità. La prima è che l’appellativo “Indimenticabili” per la meravigliosa squadra del 2013 è stato inventato da lei e da suo papà Corrado (nella foto qui sotto sono il primo e l’ultima), nel garage di casa. La seconda è che Martina racconta la sua vita all’ombra della Grande Muraglia su uno splendido blog, che vi consigliamo di mettere tra i preferiti: trovate tutti i post sulla pagina Facebook “Zucchina in Cina”. 


Ciao Martina! Raccontaci di te: chi sei, cosa fai, dove vivi, da quanto… 
Sono Martina, ho 23 anni, sono nata a Varese e attualmente vivo a Pechino. Sono arrivata in Cina poco più di due anni fa per migliorare la mia conoscenza della lingua cinese, e dopo la laurea ho deciso di fermarmi qui per iniziare la specialistica in Relazioni Internazionali. 

Com’è nata la tua passione per la Pallacanestro Varese?
La passione per la Pallacanestro Varese mi accompagna letteralmente da tutta la vita: è nata quando mio papà mi ha portato per le prime volte al palazzetto (avevo qualche anno e durante le partite mi addormentavo seduta sulle sue ginocchia), ed è cresciuta durante tutta l’infanzia e l’adolescenza (con tutti gli anni di abbonamento in tribuna est).
Quando a 19 anni mi sono trasferita per la prima volta in un’altra città sono stata costretta a smettere di sottoscrivere l’abbonamento, ma questo non mi ha impedito di tenere viva la mia passione: la prima cosa che faccio sempre nelle case in cui mi trasferisco è appendere la bandiera della Pallacanestro Varese dietro al letto, è il mio modo per avere un po’ di famiglia ovunque io sia. 

Come segui le partite?
Con sette ore di fuso orario, il geo-blocking dei siti e il grande firewall del governo cinese, vedere le partite qui è quasi un’impresa! Di solito mi sveglio il lunedì mattina, accendo il cellulare e trovo i messaggi di chi mi informa del risultato della partita della notte precedente. A quel punto leggo tutti i commenti e gli articoli che trovo, e devo dire che il Basket Siamo Noi svolge un ruolo fondamentale per me: attraverso gli articoli sui social, i commenti sulle chat e il materiale condiviso, posso avere un quadro generale delle partite anche senza vederle.
Ma se le gare sono particolarmente importanti (come è successo durante i playoff di due anni fa), non mi faccio problemi a puntare una sveglia nel cuore della notte per seguire il risultato in diretta o fare una videochiamata con mio papà direttamente dal palazzetto. 

Quali sono a tuo parere le chiavi per una grande stagione? Quale l’obiettivo?
La chiave per una grande stagione è la voglia di puntare in alto. So che il nostro obiettivo più realistico è la salvezza, ma so anche che tutti noi in fondo in fondo speriamo in qualcosa in più. Il mio obiettivo è quello di puntare qualche altra sveglia nel cuore della notte di Pechino fra qualche mese, per vedere Varese ai playoff. 

Quest’anno affronteremo tutte le nostre storiche avversarie: Cantù, Milano, le bolognesi, Treviso… Qual è la rivalità che senti di più, la partita che non vorresti mai perdere?
La partita che sento di più è sicuramente il derby contro Milano, una di quelle partite storiche che ha un fascino tutto particolare. E poi nei derby si sa che tutto può succedere, anche ribaltare ogni pronostico. 

Quando hai tifato per la prima volta la Pallacanestro Varese?
Non ricordo con precisione, ma sicuramente si parla del periodo a cavallo fra la fine degli anni 90 e l’inizio del nuovo millennio. 

Qual è il tuo ricordo più bello della storia biancorossa?
La storia della Pallacanestro Varese che ho vissuto, quindi quella dagli anni 2000 in avanti, purtroppo non mi permette di raccontare di ricordi di coppe o scudetti. L’annata che ho nel cuore, come probabilmente molti miei coetanei, è dunque quella degli Indimenticabili (a proposito, sapete che il termine “Indimenticabili” è stato concepito e coniato nel garage di casa mia quando io e mio papà abbiamo deciso di creare uno striscione da esporre al palazzetto alla fine dell’ultima partita della stagione per ringraziare la squadra?).
Se devo scegliere una partita del cuore, dico sicuramente Milano-Varese del 23 dicembre 2012: vittoria e festeggiamenti in un forum pieno di Biancorossi. Mi ricordo di aver rivisto la registrazione della partita ogni sera per tutta la settimana di Natale. 

Il giocatore o l’allenatore a cui sei più affezionata? 
Adrian Banks e Mike Green, perché ci hanno fatto sognare e perché sono rimasti legati alla nostra città, alla squadra e a noi tifosi anche dopo la fine della stagione. E’ facile farsi amare quando si gioca per una squadra, è molto più difficile continuare a farlo quando si indossa un’altra maglia, ma loro ci sono riusciti perfettamente. 

Il Basket Siamo Noi è un importante sostegno per il club e un punto di riferimento per i tifosi: cosa pensi di questa iniziativa che ha già superato i 500 iscritti?
Il Basket Siamo Noi rappresenta quel punto di collegamento che mancava fra la Pallacanestro Varese e i suoi tifosi, a maggior ragione per chi come me è anche distante geograficamente. Essere parte del Basket Siamo Noi essenzialmente significa far parte di una grande famiglia, e proprio come nelle vere famiglie tutti danno il proprio contributo, con l’obiettivo di proteggere e amplificare in modo concreto (e non solo a parole) la nostra passione.
Rinnovo la mia iscrizione al Trust ogni anno senza poter usufruire delle convenzioni, degli sconti e senza poter partecipare alla maggior parte degli eventi e della trasferte: lo faccio semplicemente perché credo che tutti insieme si possano raggiungere grandi obiettivi. Quindi voi (che invece potete fare tutto questo) cosa aspettate ad entrare a far parte di questo gruppo pazzesco di amici, sostenere concretamente la nostra squadra e usufruire delle tante convenzioni degli associati? 

Cosa vuoi dire ai cuori biancorossi che ti stanno leggendo? 
Vorrei dire che 只要坚持就会成功, cioè che solo con la perseveranza si arriva al raggiungimento di un obiettivo. Vale per tutti, giocatori e tifosi: se ci impegniamo, dentro e fuori dal campo, i risultati arriveranno. Ne sono sicura. 

VareseNoi & Il Basket siamo Noi


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Leggi tutte le notizie di BIANCOROSSI NEL MONDO ›

Biancorossi nel mondo

Il Basket Siamo Noi è un’associazione senza scopo di lucro costituita nel 2016 da un gruppo di appassionati al fine di creare un supporter trust a sostegno della Pallacanestro Varese.

Nei suoi primi tre anni di vita è arrivata ad acquisire il 5% delle quote della società, diventando parte attiva della proprietà e punto di riferimento per i tifosi. Anche quelli molto lontano da Varese, cuori biancorossi "dispersi" nel mondo ma trepidanti di fede forse quasi più di chi ogni giorno ha la possibilità di stare vicino alla sua squadra del cuore!

In questa rubrica il Trust e Varese Noi andranno proprio alla ricerca e alla conoscenza di questi supporter, parte integrante e pulsante della grande famiglia che ama la Pallacanestro Varese!

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore