/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 27 ottobre 2019, 18:55

Bollicine a Masnago: cin-cin Varese, questo Brindisi è tutto per te. FOTO, RACCONTO E STATISTICHE

Contro gli Indimenticabili ex Banks e Vitucci, la Openjobmetis sfodera una prestazione clamorosa in difesa e in attacco: 102-78 il finale con Mayo ancora trascinatore e Peak superlativo su entrambi i lati del campo. Domenica alle 17.30 si va al Forum

Mayo vola insieme a Varese: grande vittoria a Masnago contro Brindisi (foto e galleria Fabio Averna)

Mayo vola insieme a Varese: grande vittoria a Masnago contro Brindisi (foto e galleria Fabio Averna)

Grande, grande, grande Varese. Partita meravigliosa dei biancorossi che dominano l’Happy Casa Brindisi seconda in classifica, squadra capace appena due settimane fa di conquistare il Forum di Assago. Contro Adrian Banks (premiato da “Il Basket Siamo Noi” prima dell’inizio della partita) e Frank Vitucci i ragazzi di Attilio Caja tirano fuori una prestazione di sontuoso livello: in difesa, granitica; e in attacco, con percentuali super ma soprattutto ottime scelte, circolazione, alternative.

Tanti i protagonisti: il solito Mayo, un Peak decisivo anche in attacco (e sempre enorme in difesa), la certezza Simmons, un ottimo capitan Ferrero. Senza (mai) dimenticare il gran burattinaio, Attilio Caja, che i tifosi invocano a gran voce e ringraziano per ciò che i biancorossi stanno facendo in questo ottimo avvio di stagione (3 vittorie, 2 sconfitte). 

Prossimo avversario, l’Olimpia Milano: il derby si gioca domenica, alle 17.30, al Forum. I favoriti sono loro, certo. Ma se Varese sarà la stessa di questo magico pomeriggio, il verdetto è tutt’altro che scontato.  

PRIMO QUARTO

Caja entra in partita con Tambone titolare e Clark pronto ad alzarsi dalla panchina. Il primo canestro è di Simmons su assist di Mayo, Thompson risponde in fotocopia, Vene mette la tripla, Stone segna da sotto, Simmons fa lo stesso ed è 7-4 senza alcun errore da una parte e dall’altra (2’). Varese sale fino al +8, con la bomba dall’angolo di Tambone e un canestro di tecnica di Simmons da sotto (grande avvio per il numero 11). 

Dopo 3’47’’ Tambone commette il suo secondo fallo giudicato antisportivo dai fischietti dopo la review al monitor: fischi di Masnago, 12-8, dentro Clark. Vene e Mayo non se ne preoccupano, prendono e sparano da 3 uno dopo l’altro: ciuff, ciuff, 18-8. Entra anche Ferrero, subito un canestro, la Openjobmetis scappa e Vitucci deve fermare il gioco: timeout con 4’ 30’’ da giocare e 20-8 sul tabellone. 

Varese ha più energia: così conquista canestri, così tiene a bocca asciutta per larghi tratti l’attacco (fortissimo) di Brindisi, che riesce a rimanere in partita grazie ai tiri liberi  - qualche (qualche…) fischio di troppo contro i biancorossi - e alla bomba sulla sirena di Campogrande: 26-19. 

STATISTICHE PRIMO QUARTO

Ottimo avvio per la Pallacanestro Varese, migliore in ogni voce statistica: percentuale dal campo (10/20 - 6-13), rimbalzi (12-7) assist (6-2). Unica nota negativa, i falli commessi (8-2 il conto, 2 a testa per Clark, Tambone e Ferrero). Ben distribuiti i punti: Vene e Simmons 6, Mayo 5, Tambone 3, Peak, Natali e Ferrero 2. 

SECONDO QUARTO

Varese riparte da dove aveva lasciato, con difesa fortissima e attacco corale che cerca la soluzione migliore con calma e intelligenza. Poi, certo, ogni tanto bisogna lasciare che Mayo faccia il Mayo: due triple in fila, fallo subìto e tre tiri liberi a segno; il parziale in solitaria vale il +12 (38-26). 

Quando entra (finalmente) una tripla anche a Jakovics, a 4’15’’ dall’intervallo, Varese vola sul +15, Brindisi è in totale balia dei biancorossi e Vitucci è costretto a chiamare un altro timeout. Lo spartito però non cambia. 

Caja, sul 48-32 a 2’20’’ dalla fine, chiede anche lui un timeout per disegnare gli ultimi giochi, che devono tenere i biancorossi il più avanti possibile. Della difesa inutile parlare: Varese è di granito (la stoppata di Peak su Martin ne è il miglior esempio). Il coach ha ancora un timeout e lo usa a 1’ dalla fine sul 48-34 per non far prendere eventuale ritmo a Brindisi. Il piano funziona: all’intervallo è 50-36. 

STATISTICHE SECONDO QUARTO

Mayo sale in cattedra e aggredisce la partita: 17 i suoi punti, top scorer, 6 rimbalzi, 3 assist, 23 di valutazione. Lo seguono Vene e Simmons (8), mentre per Brindisi il migliore è Banks anche lui con 8. Difesa sontuosa di Varese, che tiene a 36 gli avversari e prova superlativa al tiro da 3: 7/15 per uno scintillante 47%. Molto bene anche i liberi, 11/14 dopo il 2/2 del primo quarto. 

TERZO QUARTO

Al rientro è Vene il primo a fare canestro (52-36), poi Banks la mette da 3 e Peak fa lo stesso. A seguire Mayo scatta in contropiede, con Brown che lo insegue e, tamponandolo, gli fa una “vecchia” involontaria (scusandosi subito): un pizzico di apprensione ma il play da Munster, Indiana, si rialza e fa 2/2 dalla lunetta. Dopo 3’ Peak in penetrazione segna ancora e Varese è avanti di 20 con Masnago tutta in piedi ad applaudire e cantare (61-41). 

Banks non ha intenzione di lasciare campo libero alla sua ex squadra: canestro e fallo, timido rientro per Brindisi (63-47) con poco meno di 6’ dalla fine; Caja ferma subito il gioco, al rientro ci pensa il capitano con una triplona dall’angolo a tenere la Openjobmetis saldamente avanti 66-47. 

Caja deve dare un po’ di riposo a Simmons: bocciato Gandini, mai in campo, sono Ferrero e Vene a coprire il ruolo di “5” per i biancorossi. Quando Mayo fa partire una delle sue bombe, che ovviamente schiaffeggia la retina, Masnago esplode: +22. Il quarto si chiude 77-59.

STATISTICHE TERZO QUARTO

Varese (e Mayo) non modifica di una virgola la sua prestazione. 52% dal campo, 43% da 3, 17/20 ai liberi. Mayo vola fino a quota 24, con 4/9 da 3 e 12/12 ai liberi, oltre a 8 rimbalzi e 5 assist. Dalla parte opposta l’unico a crederci è Banks, che di punti ne ha 18. Mostruosa prova difensiva di Peak ma, stavolta, ottima anche offensiva: 12 i suoi punti, gli stessi di Vene e Simmons. 

QUARTO QUARTO

Gli ultimi 10’ sono il perfetto sunto della meravigliosa prestazione biancorossa. Difesa ancora impenetrabile, attacco che vede il canestro grande come una vasca da bagno. Peak è un monumento e così si gasa anche in attacco, dove mette subito una tripla e guadagna canestro e fallo in contropiede, facendo uscire di testa tutto il palazzetto: a 8’33’’ dalla fine è +26 Varese (85-59). Quattro punti li mette anche Clark - benvenuto… - e la partita è in ghiaccio: 89-59, +30 a 6’45’’ dalla fine. 

Il popolo biancorosso aspetta solo di arrivare a 100 e, in un pomeriggio così magico, non poteva che essere accontentato. Il finale è 102-78 e alla sirena tutta Masnago è in piedi, in attesa di schiacciare il “cinque alto” ai giocatori e celebrare coach Attilio Caja, invitato a «saltare con noi» dai ragazzi della Curva, che va a salutare issandosi sui gradoni. 

Grande, grande, grande, 102 volte grande Varese. E adesso sotto con Milano…

STATISTICHE FINALI

MVP della partita viene eletto Peak, finalmente fattore (e che fattore) anche in attacco: 24 punti (12 nel quarto quarto), 4/8 da tre, 4/5 ai liberi, 5 rimbalzi, 1 assist, 25 di valutazione. Devastante Mayo (26 punti, 4/9 da 3, 12/12 ai liberi, 8 rimbalzi, 6 assist, 29 di valutazione) e giganti anche Vene e Simmons (12 punti a testa) senza dimenticare un capitan Ferrero da doppia cifra (10 punti). Per Varese 53% dal campo, 44% da tre, 18/21 ai liberi, vittoria netta a rimbalzo (38-29). Per Brindisi l’unico a salvarsi è Banks (23 punti).  

IL TABELLINO

Openjobmetis Varese-Happy Casa Brindisi 102-78 (26-19, 50-36, 77-59)
VARESE: Peak 24 (4/4, 4/8), Clark 4 (2/3, 0/2), De Vita n.e., Jakovics 9 (2/5, 1/5), Natali 2 (1/1), Vene 12 (3/5, 2/5), Simmons 12 (6/8), Seck n.e., Mayo 26 (1/6, 4/9), Tambone 3 (1/1 da tre), Gandini n.e., Ferrero 10 (2/2, 2/2). All. Caja. 
BRINDISI: Brown 6 (2/4), Banks 23 (5/7, 2/6), Martin 6 (1/1, 0/2), Zanelli 5 (2/2, 0/2), Iannuzzi 1 (0/0), Gaspardo 7 (1/2, 1/1), Campogrande 6 (2/4 da tre), Thompson 10 (5/9, 0/1), Cattapan, Stone 14 (4/6, 1/8), Ikangi (0/2 da tre). All. Vitucci. 
Arbitri: Sahin, Bartoli, Capotorto.
NOTE - Da 2: Varese 21/34, Brindisi 20/31.
Da 3: V 14/32, B 6/26.
TL: V 18/21, B 20/31.
Rimbalzi: V 38 (11 in attacco, Simmons e Mayo 8), B 29 (8 in attacco, Zanelli 5).
Assist: V 21 (Vene 7), B 15 (Zanelli e Banks 4).
Palle perse: V 13 (Peak 4), B 16 (Banks 4).
Palle recuperate: V 10 (Peak 4), B 7 (Thompson, Martin e Brown 2). 
Spettatori: 4232.

L'ANALISI IN SALA STAMPA DI ATTILIO CAJA

 

RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

 

 

 

Gabriele Gigi Galassi


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore