/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 08 ottobre 2019, 23:56

Italia femminile, a Palermo missione compiuta anche contro la Bosnia (2-0). L'ex Varese Di Giovanni era alla partita: «Bel gioco e gruppo affiatato»

Girelli e Giugliano regalano alle Azzurre la quarta vittoria in altrettante gare del girone B di qualificazione a Euro 2021. Nel weekend torna la serie A: a Sesto San Giovanni il derby Inter-Milan

Il ct azzurro Milena Bertolini può sorridere: ottimo 2-0 dell'Italia a Palermo

Il ct azzurro Milena Bertolini può sorridere: ottimo 2-0 dell'Italia a Palermo

La nazionale femminile, dopo 3 trasferte, ha giocato la sua prima partita di queste qualificazioni per Euro 2021 in Italia, a Palermo, davanti a più di settemila persone; tra questi tantissimi giovani e bambini.

Avversario la Bosnia che, pur essendo al 75° posto nella classifica mondiale, si è dimostrata una squadra ostica (da sottolineare che più della metà delle calciatrici bosniache giocano all'estero). Le azzurre sono partite subito in quarta già nei primi minuti, con un tridente collaudato, con Rosucci, Giacinti e Girelli, ancora purtroppo assente per infortunio la sfortunata Bonansea. La parola d'ordine del team italiano era non fallire questa partita e agguantare la quarta vittoria in altrettante gare per incontrare a viso aperto la temutissima Danimarca. Punto di riferimento dell'incontro è stata la bravissima Cernoia che, assieme al "freccia rossa" Guagni, ha dato subito impulso alla gara.

Dopo pochi minuti l'Italia si sblocca con Girelli (3'), ancora a segno. A far spettacolo e segnare il 2-0 davanti al caloroso pubblico palermitano, che non ha mai smesso di incitare le beniamine azzurre, ci ha pensato Giugliano con un potente rasoterra (28'). Le calciatrici del ct Milena Bertolini hanno ottimizzato nel primo tempo, giocando una ripresa al risparmio di energia, visto che sabato riparte la terza giornata di campionato, che vedrà per la prima volta il derby milanese Inter-Milan (si giocherà a Sesto San Giovanni). In questa gara contro la Bosnia si sono visti notevoli progressi rispetto a Malta, con azzeccati accorgimenti tecnico-tattici. 

Allo stadio siciliano era presente Vincenzo di Giovanni, detto "Gigio" dai tifosi biancorossi, un grande condottiero varesino dell'epoca Colantuoni-Fascetti-Marotta. Di Giovanni finita la partita ci ha detto la sua: «In Italia il calcio femminile sta facendo progressi importanti. Sicuramente quando le future scuole calcio daranno più calciatrice alle società si vedranno risultati entusiasmanti. Molto bello il gioco che Milena Bertolini sta applicando alla squadra e le ragazze hanno dimostrato di essere un gruppo affiatato: complimenti a loro. Colgo l'occasione per salutare tutti i cari amici di Varese e la tifoseria biancorossa».

IL TABELLINO

Italia-Bosnia 2-0 (2-0)
Marcatori: nel pt Girelli al 3', Giugliano al 28'.
ITALIA (4-4-2): Giuliani; Guagni, Linari, Gama, Bartoli; Cernoia, Giugliano (dal 64' Sabatino), Galli, Rosucci (dal 79' Greggi); Giacinti (85' Tarenzi), Girelli. A disposizione: Durante, Aprile, Bergamaschi, Fusetti, Boattin, Tucceri Cimini, Marinelli, Serturini, Glionna. All. Bertolini.

QUALIFICAZIONI EURO 2021 - GIRONE B

LA CLASSIFICA
Danimarca 12, Italia 12, Bosnia 6, Israele 0, Georgia 0, Malta 0. 

 

Claudio Ferretti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore