/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 07 ottobre 2019, 10:56

Tragedia sul lavoro a Vergiate, la Cgil varesina: «Incidenti raddoppiati, la sicurezza deve venire prima di tutto»

I rappresentanti dei lavoratori chiedono maggiore «cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro»

Tragedia sul lavoro a Vergiate, la Cgil varesina: «Incidenti raddoppiati, la sicurezza deve venire prima di tutto»

Dopo l'incidente mortale costato la vita a un operaio di 38 sabato sera in una ditta a Vergiate (leggi qui) la Cgil di Varese torna a ribadire la necessità di mettere la sicurezza sul lavoro al primo posto. «Ancora una volta un lavoratore ha perso la vita in un’azienda del nostro territorio - sottolinea la Cgil varesina - Al 30 settembre erano 58 i lavoratori vittime di incidenti sul lavoro in Lombardia, più che raddoppiati rispetto allo scorso anno».

Solo una settimana fa è stato fatto «un presidio davanti al palazzo della Regione Lombardia con l’obiettivo di richiedere di rafforzare i servizi ispettivi, il piano straordinario dei controlli, oltre alla copertura per il turn-over del personale e alla necessità di rinnovare il piano salute e sicurezza 2019-2023, che dovrà rappresentare un salto di qualità nelle politiche di prevenzione e di tutela della salute dei lavoratori».  

«Non è possibile - proseguono i rappresentanti dei lavoratori - essere nel 2019 e non avere la certezza di rientrare a casa perché manca la cultura della sicurezza e il rispetto e la dignità del lavoro». «Inoltre oltre alla tutela dei lavoratori e delle lavoratrici, deve essere una priorità per tutti, istituzioni sia nazionali che regionali, ma soprattutto dei datori di lavoro, quella di promuovere la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro, perché investire in sicurezza non significa perdere soldi, ma garantire una vita dignitosa di lavoro per tutti».

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore