/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 05 ottobre 2019, 14:02

IL BEL GESTO. A Cavaria l'amministrazione "dona" una visita gratuita per prevenire il tumore al seno

Più di 1000 donne ogni anno si ammalano di tumore al seno nella nostra provincia: a Cavaria con Premezzo ci si può prenotare per visita ed esami gratuiti in programma sabato 19 ottobre. L'assessore Scaltritti: «La salute è un patrimonio da salvaguardare rendendo partecipi i cittadini»

IL BEL GESTO. A Cavaria l'amministrazione "dona" una visita gratuita per prevenire il tumore al seno

Più di 1.000 donne all’anno si ammalano di tumore alla mammella in provincia di Varese ed in Italia i nuovi casi annuali sono più di 53.000. Questo dato inquietante coincide con un dato molto rassicurante: la guarigione supera il 95% se la diagnosi è precoce. La letteratura affida all’anticipazione diagnostica la peculiarità della lotta al cancro nella profonda consapevolezza che l’attenzione alla salute esca dai confini scientifici per abbracciare un panorama più ampio dai risvolti culturali e sociali.

Ricerca, prevenzione e gioco di squadra sono i punti di forza di una cura che vede partecipi più attori: istituzioni, realtà scientifiche, associazioni di volontariato, organi di informazione e cittadini. Tutti possono agire, con autorevolezza e determinazione, per rimuovere una ferita che colpisce donne sempre più giovani.

Il Comune di Cavaria con Premezzo, attento a queste problematiche, si è attivato ed ha creato una rete solidale per “donare” alle cittadine una visita senologica gratuita.

Sabato 19 ottobre 2019 (dalle ore 14 alle ore 18 presso il Palazzo Comunale di piazza Pertini 75) le donne di Cavaria con Premezzo verranno visitate dai medici del Centro di Senologia dell’Ospedale S. Antonio Abate di Gallarate diretto dalla dottoressa Silvana Monetti, che farà personalmente le visite unitamente alla dottoressa Luisa Giavarini. Qualora si rilevasse un sintomo che richiedesse un approfondimento, la radiologa dottoressa Karen Croce sarà presente per fare immediatamente un’ecografia. La prenotazione è obbligatoria e si può fare a partire da lunedì 7 ottobre telefonando al numero 348 6741083, dalle ore 9 alle ore 11 e dalle ore 15 alle ore 18 (fino ad esaurimento posti). 

Più realtà hanno partecipato attivamente all’organizzazione di questo significativo e lungimirante progetto voluto dall'amministrazione comunale: il Centro di Senologia dell’Ospedale S. Antonio Abate di Gallarate (ASST della Valle Olona) e le Associazioni C.A.O.S. Onlus e LILT Lega Italiana Lotta contro i Tumori.

«Il progetto vuol evidenziare come la salute sia un patrimonio prezioso da salvaguardare in una logica di welfare-community. Comunicare e rendere partecipi i cittadini è la vera sfida della nostra era. La prevenzione (primaria e secondaria) per combattere le patologie oncologiche è estremamente importante» dichiara l’assessore al Welfare Irene Scaltritti, anima dell’iniziativa ed orgogliosa di dedicare alle donne questo progetto. 

Le dottoresse ricordano che un tumore in fase preclinica vede un’altissima percentuale di guarigione, unitamente a terapie chirurgiche e mediche meno invasive. 

Alle associazioni va un grazie particolare per l’attenzione alla qualità della comunicazione nel raccogliere le telefonate di adesione e per l’accoglienza durante l’open day stesso.

Salute&convivio sono un connubio perfetto: al termine delle visite verrà offerto dalla giunta un aperitivo presso la sala consiliare del municipio come ulteriore momento dove i cittadini potranno dialogare con il personale sanitario per avere informazioni e fare domande.

La lotta al cancro è una battaglia di civiltà, come testimonia la lodevole iniziativa del Comune di Cavaria con Premezzo.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore