/ Storie

Cerca nel web

Storie | 03 ottobre 2019, 19:13

Il giro del mondo a bordo di un "autogiro". Il record è targato Varese: «Orgogliosi di realizzare sogni»

Il pilota James Ketchell ha attraversato il globo a bordo di un aeromobile prodotto dalla ditta Magni Gyro di Besnate condividendo storie e avventure. E senza dimenticare la solidarietà.

James Ketchell posa davanti al suo Magni M16C, l'autogiro costruito dalla Magni Gyro di Besnate

James Ketchell posa davanti al suo Magni M16C, l'autogiro costruito dalla Magni Gyro di Besnate

«Partirò da Popham, nell'Hampshire, per un viaggio che mi porterà a sorvolare Francia, Germania, Polonia, Lituania, Estonia e Russia. Attraverserò poi lo Stretto di Bering verso l'Alaska, arriverò in Canada, negli Stati Uniti, toccherò la Groenlandia, l'Islanda e le Isole Faroe prima di tornare nel Regno Unito. Inoltre, terrò discorsi nelle scuole e in presenza di organizzazioni giovanili di tutti i paesi in cui mi troverò, condividendo storie di divertimento e avventura».

Così James Ketchell prima di partire aveva descritto il suo viaggio intorno al mondo avvenuto a bordo di un Magni M16C, un "autogiro", ovvero uno speciale aeromobile, costruito da una ditta di Besnate, la Magni Gyro. 

La missione era quella di ispirare un milione di giovani in tutto il mondo a perseguire i propri obiettivi e i propri sogni, raccogliendo fondi per due grandi associazioni di beneficenza: Kindled Spirit, che sostiene e riabilita giovani vittime della tratta di esseri umani e della schiavitù, e Over The Wall, che gestisce ed organizza attività per bambini con gravi problemi di salute.

«Il mio obiettivo è quello di ispirare i giovani, tutti devono essere consapevoli dei propri sogni e della possibilità concreta di poterli realizzare» ha ribadito il pilota. Dopo aver lasciato Popham, il nostro avventuriero ha fatto tappa in Germania, dove ha esposto il suo autogiro allo stand della Magni Gyro in occasione della fiera AERO 2019 di Friedrichshafen.

Dopo aver attraversato Polonia, Lituania, Estonia, Estonia e Russia, James è giunto arrivato negli Stati Uniti dove ha toccato tutti i 49 stati e ha preso parte ancora una volta all'EAA Airventure Oshkosh, per poi terminare il giro del mondo tornando in Inghilterra. «È stata un'esperienza incredibile, ma allo stesso tempo la più difficile affrontata fino ad ora. - ha dichiarato James dopo essere atterrato a Popham - Il meteo è stato a dir poco imprevedibile. Sono davvero felice di essere tornato e di aver conseguito un obiettivo così importante».

«Magni Gyro – dichiara – Luca Magni della Magni Gyro di Besnate nonché della Giunta Aime - è orgogliosa di aver preso parte alla realizzazione di questo progetto con un proprio autogiro, permettendo ad un uomo di realizzare il proprio sogno».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore