/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 02 ottobre 2019, 08:46

Malnate, sulla Briantea 1.100 multe da febbraio a oggi. E a giorni arriva il secondo rilevatore

All'incrocio tra via Martiri Patrioti e via Trieste verrà installato un secondo rilevatore di infrazioni semaforiche anche in direzione Como. Numerose infrazioni registrate dall'installazione del primo impianto. Il comandante Lanna spiega come funziona. L'assessore Feleppa: «Lavoriamo per la sicurezza della Briantea»

Malnate, sulla Briantea 1.100 multe da febbraio a oggi. E a giorni arriva il secondo rilevatore

Nuovo impianto per la rilevazioni delle infrazioni semaforiche in arrivo a Malnate. A distanza di sei mesi dall’installazione del dispositivo di rilevazione posizionato lungo la Briantea in Via Martiri Patrioti all’incrocio con Via Trieste, voluto per garantire più sicurezza lungo l’asse viario dell’ex Statale Briantea, a ottobre entrerà in funzione il secondo dispositivo FTRD: a giorni verrà installato nel medesimo incrocio nel senso di marcia che va in direzione Como.

Un incrocio molto traffico e teatro di numerose infrazioni, come dimostrano i dati dei primi mesi di attività dell'impianto già in funzione. Installato nel mese di febbraio, secondo quanto reso noto dal comandante della Polizia Locale di Malnate Stefano Lanna, l'impianto ha rilevato numerose irregolarità: sono state accertate dalla Polizia Locale circa 1.100 infrazioni semaforiche.

«L’impianto - spiega il comandante Lanna - rileva solo ed esclusivamente le violazioni con il passaggio del semaforo con luce rossa e a fondamento della sanzione irrogata vi sono due diverse fotografie: la prima scattata mentre il veicolo si trova ad oltrepassare la linea d’arresto e la seconda quando questo procede oltrepassando l’intersezione. Dal 1 giugno 2019 (Ordinanza n. 82 del 31/05/2019) l’impianto semaforico (e conseguentemente il dispositivo di rilevazione fotografica delle infrazioni) è in funzione 24 ore su 24». 

Il tempo previsto per il giallo semaforico è stato programmato in quattro secondi, quindi superiore ai tre secondi indicati dalla legge. «Vorrei ancora ricordare che – termina il Comandante Lanna – dopo aver ricevuto il verbale di violazione, ai sensi dell’art. 126-bis del Codice della Strada entro 60 giorni dalla notifica il proprietario del veicolo dovrà comunicare i dati del trasgressore; purtroppo ad oggi circa 1/5 delle violazioni semaforiche irrogate sono prive di tale comunicazione e pertanto è stato necessario procedere a notificare un’ulteriore verbale di 292,00 euro. A breve entrerà in funzione anche il servizio “Multe online” accessibile direttamente dal sito internet del Comune: un’apposita piattaforma web facilmente accessibile da casa dove il cittadino, nel rispetto della sua riservatezza e protezione dei dati personali, potrà visualizzare le fotografie relative alle violazioni semaforiche contestate (e in alcuni casi anche quelle dei divieti di sosta) evitandogli di doversi recare necessariamente al nostro Comando».

«Questo intervento – prosegue l’assessore Davide Feleppa – fa parte di un progetto generale e di medio termine di messa in sicurezza della Briantea. Difatti, oltre all’asfaltatura totale della strada terminata da poco sono stati effettuati ulteriori interventi sia di segnaletica che infrastrutturali per un importo complessivo di circa 75.000 euro e consistenti nel rifacimento totale della segnaletica orizzontale, ripristino degli impianti di segnaletica verticale ed installazione di 14 impianti luminosi sugli attraversamenti pedonali. Ad oggi manca ancora da realizzare la segnaletica orizzontale con materiale bicomponente su tutta la statale (che verrà realizzato nel prossimo mese di ottobre) il quale, oltre che essere maggiormente durevole, è molto più visibile di notte. Inoltre, sempre sulla statale, verranno posizionati dispositivi luminosi a led (marker) che segnaleranno maggiormente sia gli spartitraffico (che purtroppo sono spesso oggetto di abbattimento in orario notturno) che alcuni punti che necessitano di ulteriore miglioramento (fra cui il tratto stradale adiacente la pista ciclopedonale di S.Salvatore)».

«Oltre alla ex statale - prosegue Feleppa - accogliendo anche alcune segnalazioni da parte dei cittadini sono stati effettuati ulteriori 30.000 euro circa di segnaletica fra manutenzione ordinaria e messe in sicurezza di percorsi ciclopedonali; in particolare, a breve, verranno installati ulteriori 3 box per la rilevazione della velocità, partendo dalle vie I° Maggio e Settembrini, e posizionate bande di rallentamento ottico/rumorose nei tratti maggiormente pericolosi».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore