/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 15 settembre 2019, 15:00

La movida varesina riscopre i Parchi cittadini. Le feste più cool sono quelle nei giardini pubblici

Con il Prom del Cairoli ai Giardini Estensi si è chiusa una stagione estiva che ha segnato la rinascita dei parchi pubblici cittadini e il trionfo del divertimento, quello sano.

foto Filippo Castiglioni

foto Filippo Castiglioni

La strategia dell’amministrazione, di riportare punti ristoro all’interno dei Parchi cittadini, si sta dimostrando vincente. I Giardini delle splendide ville di Varese sono rinati e sono vissuti e frequentati dall’alba al tramonto: dalle colazioni tra i proprietari di cani, passando per le merende dei bambini, la voglia di stare in mezzo al verde, in compagnia, ha contagiato anche chi al parco non avrebbe motivo per andarci e adesso si ritrova ai giardini anche per un aperitivo o per ballare fino a tarda notte. 

 

Il progetto pilota era partito a Villa Toepliz. Il bar, oltre che un presidio contro gli atti di vandalismo, è presto diventato un punto di ritrovo per caffè letterari al tramonto. Poi è stata la volta di Villa Mylius che ha esteso le sue proposte dai pranzi, agli aperitivi, fino ad arrivare alle grigliate al Parco con dj set serale. Da luglio anche i Giardini di Villa Mirabello stanno vivendo una seconda primavera con l’apertura del Balthazarinthepak che, oltre ad aver “cacciato” i bivaccatori dal pratone sopra i Giardini Estensi, ha animato le serate estive con aperitivi letterari, musica e spettacoli

E ieri sera si sono inaugurate anche le feste ai Giardini Estensi, con il Prom del Liceo Classico Cairoli. La festa che ha coinvolto centinaia di liceali è stata un successo. La musica ad alto volume si è percepita per tutti i quartieri circostanti fino a tarda notte, ma contro ogni pronostico questa mattina i Giardini era in ordine e i resti della festa circoscritti all’area della tensostruttura. A dimostrazione che ci sono anche ragazzi che sanno apprezzare il divertimento, quello sano, e rispettano il nostro patrimonio.

Valentina Fumagalli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore