/ Regione

Che tempo fa

Cerca nel web

Regione | 13 settembre 2019, 17:36

Domenica riparte la caccia: a Varese quasi 2.500 doppiette

La Regione Lombardia ha reso note nuove regole e calendario della stagione venatoria. L'assessore Rolfi: «Attività fondamentale per l'equilibrio ambientale»

Domenica riparte la caccia: a Varese quasi 2.500 doppiette

Prenderà il via domenica la stagione venatoria in Lombardia per gli oltre 53.000 cacciatori lombardi interessati, secondo i dati aggiornati al 2019. In provincia di Varese sono 2461 i tesserini stampati che consentono di svolgere l'attività venatoria durante la stagione della caccia 2019/2020. «L'attività venatoria è fondamentale - ha affermato l'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi - per l'equilibrio ambientale, una tradizione millenaria con un enorme indotto occupazionale. La Regione Lombardia sta lavorando per semplificare le norme, consentendo ai cacciatori di esercitare la propria attività in sicurezza e con meno burocrazia».

LE ULTIME NOVITA' - «Le principali novità di questi mesi - ha spiegato Rolfi - riguardano la riapertura dei roccoli e l'invio per posta dei tesserini. Abbiamo abrogato il limite di 55 giornate di caccia e consentito l'allestimento degli appostamenti temporanei anche nella giornata precedente l'esercizio della caccia. Continueremo a lavorare con le associazioni di categoria per semplificare il sistema». Numerose le novità introdotte a partire da giugno di quest'anno: per quanto concerne gli appostamenti fissi di caccia: in caso di subentro la validità decennale dell'autorizzazione, per una sola volta, decorre nuovamente dalla data del subentro stesso; per gli appostamenti temporanei: la preparazione del sito o l'allestimento possono avvenire anche nella giornata precedente l'esercizio della caccia. Per la caccia di selezione agli ungulati (no cinghiale) è possibile essere ammessi a soli due ATC o CAC della Regione, con il limite di uno per provincia. L'esame per l'abilitazione all'esercizio venatorio deve essere sostenuto avanti a qualsiasi commissione a prescindere dalla residenza del candidato. Per quanto riguarda la gestione e caccia agli ungulati infine occorre la specifica abilitazione avanti all'apposita commissione regionale.

IL CALENDARIO. Di seguito i dettagli del calendario venatorio riduttivo. Allodola: prelievo venatorio consentito dal 2 ottobre 2019 al 30 dicembre 2019. Carniere massimo giornaliero/stagionale: 10/ 50 capi. Combattente: sospensione del prelievo venatorio. Moretta: carniere stagionale massimo per cacciatore: 40 capi. Moriglione: prelievo venatorio dal 2 ottobre 2019 al 20 gennaio 2020. Carniere massimo giornaliero/stagionale: 2/10 capi. Pavoncella: prelievo venatorio dal 2 ottobre 2019 al 20 gennaio 2020. Carniere massimo giornaliero/stagionale: 5/25 capi. Pernice Bianca: non saranno oggetto di prelievo le subpopolazioni in cui l'indice riproduttivo, calcolato in base ai censimenti estivi, risulti inferiore a 1,25 giovani/adulto. Il prelievo verrà fermato alla realizzazione dell'80% del piano. Quaglia: carniere massimo giornaliero/stagionale: 10/50 capi.

I TESSERINI STAMPATI AL 13 SETTEMBRE PROVINCIA PER PROVINCIA.  Bergamo 9.068; Brescia 19.400; Como 2.663; Cremona 2.935; Lecco 2.102; Lodi 1.239; Mantova 3.315; Milano 4.957; Monza e Brianza; Pavia 3.809; Varese 2.461. Totale 53.504.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore