/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 10 settembre 2019, 22:12

Tenerife, Gran Canaria e anche Lanzarote: Ryanair cancella le Canarie, dall'8 gennaio non verranno più venduti biglietti

Una notizia che continua a non avere risalto: molte persone anche sul nostro territorio saranno penalizzate dalla chiusura delle basi di Ryanair alle Canarie. Saltano quasi un milione di posti volo a basso costo da tutta Europa mentre si prova a negoziare con altre compagnie low cost

Le Canarie unite in un'unica isola: un'immagine bellissima che è diventata il simbolo di sostegno e forza dell'arcipelago durante i terribili giorni dell'incendio che ad agosto ha devastato Gran Canaria

Le Canarie unite in un'unica isola: un'immagine bellissima che è diventata il simbolo di sostegno e forza dell'arcipelago durante i terribili giorni dell'incendio che ad agosto ha devastato Gran Canaria

Continua la penuria di informazione su una notizia che invece riguarda - anche affettivamente - moltissime persone del territorio che alle Canarie sono legati per lavoro, turismo o perché qualche parente ci è andato a vivere o a godersi la pensione: la decisione di Ryanair di chiudere le basi di Tenerife, Gran Canaria e ora anche di Lanzarote rischia di essere drammatica per l'economia delle stesse isole e per le possibilità di raggiungerle a costi accessibili. 

C'è qualche aggiornamento, purtroppo negativo alla pari del disinteresse di chi dovrebbe farsi sentire, non solo a livello di governo locale delle Canarie visto che i passeggeri che non potranno più raggiungere le isole a basso costo da tutta Europa ogni anno saranno quasi un milione (si calcola che i posti volo che spariranno per raggiungere Tenerife e Gran Canaria saranno 949 mila).

Per prima cosa la compagnia aerea non continuerà a mantenere le rotte per le Canarie, a differenza di quanto era trapelato ultimamente, una volta chiuse le sue basi: quindi a partire dall’8  gennaio 2020 non verranno più venduti i biglietti di Ryanair non solo per gli aeroporti di Las Palmas a Gran Canaria e Tenerife Sur, ma anche per quello di Guacimeta a Lanzarote, altra vittima di questa decisione gravissima per il turismo delle Canarie.

Non solo per la ripresa turistica di Egitto e Tunisia, o per la crescita di Marocco e Giordania, la scelta di Ryanair appare drammatica per l'arcipelago spagnolo nell'Atlantico (Gran Canaria ha appena superato uno degli incendi più drammatici della sua storia): il governo di Tenerife, comunque, intende negoziare con altre compagnie a basso costo come Wizz Air e Jet2 le rotte che Ryanair abbandonerà.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore