/ Storie

Che tempo fa

Cerca nel web

Storie | 06 settembre 2019, 23:53

Bake Off Italia 7, ecco come è andata la seconda puntata della nostra Sara Gandini

Ogni settimana alla fine della trasmissione vi raccontiamo cosa è accaduto ai concorrenti e in particolare alla 32enne varesina. Per chi vuole vedere le repliche nessun problema: gli SPOILER sono ben segnalati!

Bake Off Italia 7, ecco come è andata la seconda puntata della nostra Sara Gandini

Seconda puntata di Bake Off Italia, il cooking show dedicato al mondo della pasticceria. Come vi abbiamo raccontato, in gara c'è una varesina: Sara Gandini

Il programma è prodotto da Magnolia per Discovery Italia e viene trasmesso il venerdì alle 21.10 su Real Time, canale 31 del digitale terrestre e disponibile anche su Sky. Le repliche per chi si è perso la prima visione, che sarà sempre il venerdì, sono le seguenti: sabato alle 19.20, domenica alle 13.40, mercoledì alle 16.30. 

Il modo migliore per commentare e interagire sui social è utilizzare l'hashtag #BakeOffItalia, taggando inoltre i profili @realtimeitalia su Facebook, @realtimetvit su Instagram e @realtimetvit su Twitter. 

I canali della "nostra" Sara, dove potete anche scoprire le sue creazioni, sono questi: Sara Gandini #iWannaBeNonnaPapera su Facebook; sara_gandini_bakeoff_7 su Instagram. 

ATTENZIONE: DA QUI IN AVANTI... [SPOILER]!

++++++++++

+++++++++

++++++++

+++++++

+++++

++++

+++

++

 

+

Programma completo in questa seconda puntata di Bake Off, con i 16 concorrenti rimasti chiamati ad affrontare tutte e tre le prove classiche: quella creativa, quella tecnica, quella a sorpresa.

Prima però, la sorpresa di questa settima stagione: oltre le postazioni dei pasticceri c'è una porta con il numero 7 (tante quante le edizioni del programma) da cui ogni puntata potrebbe uscire un quarto giudice per affiancare i tre padroni di casa, il re del cioccolato Ernst Knam, la celebre giornalista Clelia D'Onofrio e il "cake star" Damiano Carrara. 

"Toc, toc" e l'ospite c'è: si tratta di Vittoria Aiello, pastry chef del ristorante due stelle Michelin "La Torre del Saracino" a Vico Equense, che si aspetta dai concorrenti «perfezione, cura, pulizia ma soprattutto fantasia». A mettere tutti sull'attenti ci pensa Knam: «Non fatevi ingannare dal suo sorriso: Vittoria è un giudice severo». 

Pronti, via ed è il momento della prova creativa: bisogna realizzare in 100 minuti un'altissima Chiffon Cake. Quella di Vittoria Aiello è il metro di paragone. Benedetta Parodi anticipa cosa accadrà in sede di verdetto: «Ci saranno dei promossi e dei bocciati».

Concorrenti al lavoro, Sara scava subito nella sua dolcissima fantasia e decide che la sua Chiffon Cake sarà «a forma di pulcino». Gli ingredienti: cocco, crema di ricotta, pesche, ghiaccia reale (il progetto lo potete vedere nella fotogallery).
I commenti dei giudici sono entusiasti: Vittoria Aiello le dà «10 in fantasia», Damiano Carrara esclama «Questa è la Chiffon più buona di tutte, è perfetta», anche Knam le fa i complimenti per l'ottimo lavoro.

Il risultato è dunque scontato: la nostra Nonna Papera è nei 5 promossi, che ricevono 10 minuti aggiuntivi (oltre ai 150 a disposizione di tutti) per la seconda prova, quella tecnica: bisogna riprodurre il più fedelmente possibile la "Everest 8848" di Knam, ispirata alla montagna più alta del mondo. La difficoltà principale? La glassatura: il dolce deve essere capovolto e immerso nella glassa; per questo deve essere congelato in modo da non rompersi durante l'operazione. 

A testimonianza della difficoltà della ricetta, Sara inizia a leggere la ricetta e tra sé e sé bisbiglia: «E questo cosa vuol dire?!». 

La prova è tosta e tanti concorrenti, Sara compresa, si trovano in difficoltà. Il risultato finale della varesina non sarà dei migliori, secondo Knam «nel complesso non è così negativa», ma la classifica dice 11esima

Ai primi tre viene assegnato anche in questo caso un vantaggio per la prova a sorpresa di Clelia D'Onofrio, l'ultima di serata: il dolce da realizzare è un... jenga. Sì, proprio il famoso gioco da tavolo con la torre fatta di mattoncini da togliere uno a uno senza far crollare il tutto. Il vantaggio per i tre migliori consiste nel poter fare "solo" 15 piani e non 18. 

Il commento di Sara? «Già far stare i mattoncini di legno in piedi è faticoso; in un dolce è un vero caos!». Nonna Papera però non si perde d'animo e si mette al lavoro e la sua torre, a differenza di quelle di diversi altri concorrenti, non crolla. E, anzi, è la più alta di tutte: 19 piani con la punta, che fanno sembrare la sua costruzione l'Empire State Building di New York

I giudici sono ancora una volta entusiasti della sua prestazione. Damiano: «Bella idea!». Vittoria Aiello: «A me piace... E ha un po' di napoletanità: per te è un'antenna, per me è un corno portafortuna. E infatti non è caduta!». 

L'ottimo risultato ottenuto da Sara viene superato solo da Hasnaa, che vince il grembiule blu del migliore. I tre peggiori sono Giusi, Antonio e Roberto: quest'ultimo deve lasciare il programma. 

Prossimo appuntamento venerdì 13 settembre: l'avventura della nostra Nonna Papera continua! 

 

 

 

 

 

Gabriele Gigi Galassi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore