/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 05 settembre 2019, 21:23

Una stagione che punta dritta all’anima: così la prosa riconquista il Teatro di Varese

Presentata la stagione di prosa varesina con un contributo di 50mila euro dal Comune. Il sindaco Galimberti: «La domanda culturale cresce. E con il nuovo teatro...». Il direttore artistico Chiodi: «Unità d'intenti e sinergie il nostro valore aggiunto»

Una stagione che punta dritta all’anima: così la prosa riconquista il Teatro di Varese

Da ottobre ad aprile 2020 una stagione di grandi classici del teatro attende gli spettatori della provincia, e non solo, al Teatro di Varese. 

Durante la conferenza di presentazione, a cui hanno partecipato insieme al sindaco Davide Galimberti, il direttore artistico della stagione teatrale Andrea Chiodi, Filippo De Sanctis e il vice presidente della Commissione cultura Valerio Crugnola, sono state presentate le importanti novità di questa edizione che vede il coinvolgimento di altre realtà culturali cittadine: musei, associazioni, altre rassegne, personalità dell'ambito culturale varesino. 

Una apertura che ha consentito di realizzare una rete culturale dalla quale nasceranno una serie di appuntamenti, laboratori, e iniziative rivolte alla cittadinanza, con una particolare attenzione verso gli studenti ed i giovani. L’altra novità poi è legata al coinvolgimento delle associazioni locali per unire al teatro il tema della solidarietà

L’amministrazione comunale che ha contribuito con oltre 50.000 euro per la realizzazione della stagione, conta di legare i diversi spettacoli al tema del sociale con iniziative concrete. I costi degli spettacoli avranno prezzi accessibili a tutti e sono previste anche delle agevolazioni e abbonamenti per gli studenti.  

«Sono davvero felice di presentare il ricchissimo programma della nuova stagione teatrale varesina – ha detto il sindaco Davide Galimberti – Un’iniziativa culturale che l’anno scorso ha riscosso un grande successo e che riproponiamo quest’anno in maniera stabile e strutturata con l’obiettivo di crescere ancora di più. Siamo sicuri di rispondere così ad una esigenza e una forte domanda culturale dei tantissimi appassionati di teatro. Tutto questo poi proprio nei giorni in cui a Varese si sta concretizzando finalmente, con progetti fattibili, l’idea del nuovo teatro della città. Un progetto che ha innescato una grande discussione, a partire dai professionisti del settore, fondamentale perché si creino le condizioni per mettere davvero in pratica questo sogno che Varese merita. Ricordo inoltre che da parte dell’amministrazione l’investimento alla voce cultura continua a essere ingente, come dimostra anche la realizzazione di questa nuova stagione teatrale, di sicuro una situazione in controtendenza rispetto ad altre città». 

Orgoglioso Andrea Chiodi che torna a lavorare a Varese dopo la direzione artistica della rassegna di questa estate “Tra Sacro e Sacro Monte” e dopo la lunga ed importante esperienza al LAC di Lugano. In calendario anche la sua regia de La Locandiera di Goldoni con gli attori Tindaro Granata e Mariangela Granelli, già visti questa estate alla Terrazza del Mosè e che ritroviamo anche ne "Lo zoo di vetro" di Williams messo in scena dal LAC in co-produzione con Teatro Carcano Centro d’Arte Contemporanea e TPE Teatro Piemonte Europa.

«Il teatro ha un valore fondamentale per la città di Varese - afferma Chiodi - Tante infatti sono le realtà che si muovono su questa scena e l’importanza di questa stagione è proprio l’unità d’intenti e le sinergie che si vengono a creare: dopo lo spettacolo I promessi sposi alla Prova di Testori ci sarà un incontro con Anna Bernardini, direttrice del Museo di Villa Panza, e Giuseppe Frangi, curatore e direttore di Casa Testori. In preparazione dello spettacolo Lo zoo di vetro ci sarà un incontro pubblico con Mauro della Porta Raffo per illustrare i contesti della società americana ai tempi di Tennessee Williams. Saranno inoltre invitate a collaborare e seguire i grandi classici le scuole di teatro di tutta la provincia…».

Si intuisce dai presenti alla conferenza lo sforzo collettivo perché tutti si vada nella direzione di costruire un humus fertile alla nascita del nuovo Teatro stabile a Varese. E tutti con grande attenzione ne seguiamo i progressi.

CALENDARIO SPETTACOLI Stagione di prosa 19/20

22.10.2019

Giacomo Poretti in

FARE UN'ANIMA

12.11.2019

LA SCUOLA DELLE MOGLI

di Molière


26.11.2019

LO ZOO DI VETRO

di T. Williams

10.12.2019

LA LOCANDIERA

di Goldoni
 

04.02.2020

I PROMESSI SPOSI ALLA PROVA

di G. Testori

25.03.2020

MACBETH,

LE COSE NASCOSTE

da William Shakespeare
 

21.04.2020

LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR

di Shakespeare

INIZIO SPETTACOLI ORE 21

Teatro  Openjobmetis – Piazza Repubblica, Varese

biglietteria@teatrodivarese.it Tel  +39 0332.247897  

Cristina Cannarozzo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore