/ Storie

Che tempo fa

Cerca nel web

Storie | 19 agosto 2019, 17:08

LA STORIA. Io, micio rosso, cerco casa e sogno che nessuno sia solo

Una lettrice ci scrive questa tenerissima storia raccontata con ironia e sensibilità. E noi la giriamo a tutti i lettori sperando che qualcuno possa dare un aiuto.

LA STORIA. Io, micio rosso, cerco casa e sogno che nessuno sia solo

Sono solo un micio rosso: forse pensate di averne visti tantissimi, come me. Ed è vero, più di quanto pensiate. Non perché io sia un micio qualunque, sono speciale, come ogni creatura sulla terra -  specialmente le più silenziose - sa essere.

Ormai da parecchi giorni vago al Parco Alto Milanese, a Busto Arsizio.  Non so, o non voglio dirvi perché io mi trovi qui: spero sia un errore, spero non mi abbiano abbandonato. Io adoro gli esseri umani, un po’ meno i cani e chiedo scusa: mi spaventano, non ci posso fare niente.

Qui vicino c’è infatti una gentile signora che si prende cura di me, ma  non può accogliermi anche se lo vorrebbe tanto: ha due cagnolini. Allora ha fatto un tam tam sui social network, per trovarmi casa. Ed eccomi arrivato fino a qui: io, gatto rosso con la camicia bianca, e ho persino i calzini.

Ci sono associazioni meravigliose che si occupano di noi micini smarriti o abbandonati, ma quest’estate sono sommerse più che mai di bestiole sole di cui prendersi cura. Si fanno in mille, i volontari, non in quattro.

Vedete, io ho un mio sogno personale, che è evidente: trovare la mia famiglia, se mi ha perduto, il mio cuore batte forte all’idea di poterla rivedere. In caso contrario un’altra… no, non un’altra: LA Famiglia, quella che mi accoglierà perché ha incrociato il mio sguardo in questa storia e capirà che io, piccolo micio rosso, ho bisogno di una casa. Il parco è un posto piacevole, ma il cielo stellato come tetto è figo un giorno o due, poi il romanticismo passa, datemi retta. Avanti, è sufficiente chiamare Katarina e lei vi condurrà da me:  3398042460.

Io la aspetto, con tutte le mie fusa, questa telefonata. E ho un altro sogno ancora, sarà colpa di tutte queste stelle che mi fanno compagnia la notte, soffocando il mio pianto silenzioso e i miei tremori al minimo rumore: che per voi esseri umani diventi insostenibile l’idea di lasciare sola una creatura indifesa, o peggio ancora farle del male.

Io sono solo un micio rosso, non ho studiato come voi, ma tutto questo progresso che avete costruito, non mi sembra una gran cosa: lasciatemi miagolare un po’. Se abbandonate le vostre bestiole, come tanti miei amici che stanno piangendo in gabbia o – peggio – non ci sono più per colpa vostra, se non sapete prendervi cura di chi è più fragile di voi, se non amate i vostri amici a quattro zampe fino all’ultimo respiro (lo so, avete problemi anche con quelli a due zampe), be’… mi spiace tanto, tantissimo.

Perché io almeno ho come amiche le stelle e una signora buona che si sta battendo per me. Ma voi siete tanto, tanto soli.

Micio Rosso

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore