/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 10 agosto 2019, 18:07

VIDEO. Il mini-sottomarino setaccia 75mila metri quadrati di fondali del lago: nessuna traccia dell'uomo scomparso a Caldè

Il "robot" a controllo remoto ha effettuato numerose ricerche fino a 220 metri di profondità, ma senza esito. Nel pomeriggio le operazioni sono state sospese. Nel video diffuso dai vigili del fuoco ecco il "R.O.V." in azione.

VIDEO. Il mini-sottomarino setaccia 75mila metri quadrati di fondali del lago: nessuna traccia dell'uomo scomparso a Caldè

Sono state sospese alle ore 17 di oggi e in attesa di eventuali sviluppi le ricerche nel lago Maggiore dell’uomo che risulta irreperibile da giorni.  Le operazioni erano partite sabato 3 agosto scorso nelle acque Verbano antistanti l’abitato di Caldè, a Castelveccana: dopo giorni di ricerche, però, dell'uomo non c'è nessuna traccia.

Da subito sono stati impegnati i soccorritori acquatici del comando di Varese, congiuntamente ai nuclei sommozzatori di Milano e Torino, la prima fase delle ricerche si è svolta con i sommozzatori in acqua che hanno battuto i fondali fino ai quaranta metri di profondità, successivamente si è attivata la ricerca strumentale che ha permesso di raggiungere profondità maggiori. 

I sommozzatori dei vigili del fuoco del nucleo di Trento durante i tre giorni di ricerca strumentale hanno scandagliando 75.000 metri quadrati di fondali tramite il  R.O.V. (remotely operated vehicle). Il sottomarino a comando remoto ha raggiunto profondità ragguardevoli toccando i 220 metri di profondità, ma senza alcun esito. Per questo motivo le ricerche sono state sospese in attesa di nuovi elementi che possano spingere nuovamente i soccorritori a scandagliare le profondità del lago.

 

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore