/ Varese

Che tempo fa

Cerca nel web

Varese | 09 agosto 2019, 14:36

Via le vecchie pensiline alle fermata del bus: parte il piano di restyling

Entro fine anno 50 nuove pensiline alle fermate degli autobus delle linee urbane. È pronto il piano di AVT, l'Azienda varesina trasporti e mobilità, che porterà alla sostituzione di molte delle strutture presenti in città.

(foto dalla pagina Facebook del Comune di Varese)

(foto dalla pagina Facebook del Comune di Varese)

Quattro le fasi per rivalutare molte delle fermate cittadine. Si parte con le prime 10 pensiline che Avt si impegna a demolire e installare ex novo attraverso Move srl, società con la quale ha raggiunto un accordo lo scorso giugno. E sono: viale Aguggiari, al civico 161 e all'incrocio con via Vannucci. Le due in via Bolchini davanti a piazzale De Gasperi, il parcheggio dello stadio. E poi ancora le due della stazione in piazzale Trento, quella in via Manin davanti al Palasport, quella in via Veratti al civico 14 e due in viale Borri, una di fronte all'ingresso dell'ospedale e una all'incrocio con via Rossi

Il piano non si fermerà qui e coinvolgerà molte altre fermate delle linee urbane. Nel dettaglio sono quattro i punti cardine dell'azione che vede protagonisti a diverso titolo gli uffici di Palazzo Estense.

«Il primo – spiegano dal Comune – è quello che prevede le sostituzioni o la messa in sicurezza delle pensiline nell'ambito di lavori che stiamo già portando avanti. Si pensi a via Dalmazia, dove una nuova struttura sarà installata grazie alla riqualificazione dell'ex Enel, oppure a via Crispi, dove stiamo rifacendo i marciapiedi e, contemporaneamente, sistemiamo le due fermate presenti». 

Il secondo punto, invece, riguarda le pensiline delle linee extraurbane, «che come tali sono di competenza della Provincia. L'esempio principe è in questo caso quello di via Gasparotto, sul quale abbiamo sollecitato e continueremo a sollecitare tutti gli enti responsabili affinché intervengano».

I punti tre e quattro sono invece quelli che coinvolgono più direttamente Avt. «Entro fine anno – assicura il presidente Franco Taddei – saranno cinquanta le pensiline che verranno installate». Le prime dieci sono quelle nell'elenco; le altre verranno comunicate in seguito, con i criteri di scelta che terranno conto delle condizioni delle singole strutture. Per molte di esse (punto 3) si tratterà di una sostituzione, altre invece (punto 4) verranno collocate in vie delle città dove ora si trovano già le fermate ma sono assenti le coperture.

«Come amministrazione – afferma l'assessore alla Mobilità Andrea Civati – abbiamo lavorato in questi anni per incentivare il trasporto pubblico locale, favorendo un nuovo tipo di mobilità urbana. Data la situazione più che precaria di alcune fermate, non possiamo che accogliere positivamente questa novità, che renderà più sicure le attese dei tanti varesini che ogni giorno si muovono in autobus».

Valentina Fumagalli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore