/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 07 agosto 2019, 11:25

La Guardia di Finanza scopre una coltivazione con oltre 5.500 piante di marijuana

Sequestrati circa settecento chili di canapa, denunciato un uomo di Gavirate. La coltivazione era nascosta nella boscaglia: il livello di Thc riscontrato dalle analisi delle Fiamme Gialle è risultato superiore ai limiti previsti dalla legge.

La Guardia di Finanza scopre una coltivazione con oltre 5.500 piante di marijuana

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Varese hanno sequestrato oltre 5.500 piante di canapa, con un livello di THC superiore ai limiti legali, per un peso complessivo di circa 700 chili, denunciando un uomo di Gavirate, che curava la coltivazione.

La scoperta della piantagione è avvenuta durante un servizio di controllo economico del territorio, nel corso del quale una pattuglia delle Fiamme Gialle varesine ha rinvenuto numerosissime piante di canapa di diversa altezza, alcune delle quali ancora piantate in mastelli di plastica, nascoste tra la boscaglia.

I primi accertamenti con le banche dati della Guardia di Finanza hanno consentito di verificare che il terreno sul quale insisteva la piantagione era già in uso ad una società produttrice di infiorescenze di canapa “light”, che aveva effettuato un unico raccolto nel 2018, ma lo aveva lasciato in stato di abbandono perché aveva cessato la sua coltivazione.

Le Fiamme Gialle hanno quindi iniziato un servizio di pedinamento che ha portato all’identificazione del conduttore del fondo, che, a bordo di un’autovettura contenente grossi innaffiatoi, faceva ingresso nel terreno.

Sceso dall’auto ed avvicinatosi alle piante per controllarne la crescita l'uomo è stato, proprio in quel momento, sorpreso dai militari appostati. L'uomo è risultato essere un ex collaboratore della società sopra menzionata, che continuava a recarsi nel terreno, ormai abbandonato, nonostante la società non fosse più operativa.

Le piante di canapa, la cui successiva analisi ha dato la certezza di trovarsi di fronte ad un netto superamento dei livelli di THC consentiti dalla legge, sono state quindi estirpate e poste sotto sequestro.

Al termine dell’operazione il giovane coltivatore è stato denunciato e sono state sottoposte a sequestro oltre 5.500 piante di canapa, per un peso complessivo di circa 700 chili.

L’operazione si inserisce costante attività di controllo effettuata dalla Guardia di Finanza quale organo di polizia giudiziaria a competenza generale, per il contrasto della produzione e spaccio di droghe, a tutela anche della salute pubblica.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore