/ Sport

Cerca nel web

Sport | 04 agosto 2019, 18:39

Canottaggio, Corgeno in trionfo con l'Italia in un'indimenticabile Coupe de la Jeunesse. Un quattro eroico targato Gavirate

Cinque ori, 3 argenti e 8 bronzi per azzurri e azzurre: doppia medaglia per la nostra provincia, un bronzo e un oro davvero straordinari con il quattro di coppia femminile targato Canottieri Gavirate di Sara Borghi, Alice Codato, Matilde Sturaro e Giada Danovaro.

Il 4 di coppia femminile targato Canottieri Gavirate che oggi ha conquistato l'oro dopo il bronzo di ieri

Il 4 di coppia femminile targato Canottieri Gavirate che oggi ha conquistato l'oro dopo il bronzo di ieri

Corgeno promossa a pieni voti alla trentacinquesima edizione della Coupe de la Jeunesse ospitata negli ultimi tre giorni sulle acque del Lago di Comabbio.

L’evento internazionale europeo, ritornato in Italia a distanza di dodici anni dall’ultima edizione tricolore (Varese 2007), ha raccolto attestati di stima e applausi dalle sedici nazioni partecipanti.

All’organizzazione impeccabile che promuove Corgeno campo di regata internazionale in classe olimpica si aggiunge la vittoria dell’Italia nella classifica generale assoluta (297 punti) davanti alla Gran Bretagna, ferma a 276, e all'Olanda con 251. Negli uomini l'Italia ottiene 178 punti davanti alla Gran Bretagna (167) e all'Olanda (138), mentre nelle donne è terza con 119 punti dietro alla Spagna, seconda con 122, e alla Francia prima con 127 punti. Oltre alla vittoria della Coupe de la Jeunesse l'Italia ha vinto, nei due giorni di finali, ben 16 medaglie (5 d'oro, 3 d'argento, 8 di bronzo)

Un risultato rincorso e voluto a distanza di quattro anni dall’ultima vittoria tricolore siglata nel 2015 in Ungheria. Per la contea dei laghi doppia medaglia internazionale, bronzo nella prima giornata ed oro nella seconda. Entrambi i successi sono stati siglati dal quattro di coppia femminile targato Canottieri Gavirate e formato da Sara Borghi, Alice Codato, Matilde Sturaro con l’innesto della genovese Giada Danovaro.

La vera forza dell’evento sono stati i volontari, uno squadrone di ottanta persone al servizio di tutti i presenti. Un esercito di persone sorridenti, capaci di trasformare la manifestazione in esperienza indimenticabile. A sottolinearlo è stato anche il  presidente della Coupe de la Jeunesse, il britannico Gary Harris, al termine della manifestazione: «Quest’anno è stata un’edizione straordinaria per organizzazione e qualità. Complimenti agli atleti, alle nazioni partecipanti e la Federazione Italiana Canottaggio. Infine applausi per la Canottieri Corgeno del presidente Giovanni Marchettini, regista eccezionale con volontari davvero entusiasti. Il motore del successo».

Archiviata dunque la Coupe de la Jeunesse 2019, un successo per l’intero territorio: è unanime la voglia di ritornare a gareggiare in provincia di Varese, auspicando che non passino altri dodici anni.

Nella gallery la foto 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore