/ Storie

Che tempo fa

Cerca nel web

Storie | 29 luglio 2019, 21:12

Alessandro in partenza con la Vespa Gaspare: 9 stati e 9.000 chilometri in 14 giorni. Per fare del bene

Alessandro in partenza con la Vespa Gaspare: 9 stati e 9.000 chilometri in 14 giorni. Per fare del bene

Ha 57 anni, ma non li sente di certo: la Vespa Gaspare, cavalcata dal suo fido Alessandro, è pronta come ogni anno a partire per fare beneficenza. Il "Viaggio per la vita 2019" partirà sabato 3 agosto alle 10 dalla sede di Help for Children di Parma per un viaggio totalmente a scopo benefico. 

Il vespista varesino Alessandro ormai da parecchi anni viaggia in solitaria e senza sponsor, in sella alla sua grande passione: la Vespa d'epoca. Con Gaspare, sotto la bandiera della Federazione Motociclistica Italiana, percorrerà 9 stati: Italia, Slovenia, Ungheria, Romania, Moldavia, Ucraina, Georgia, Russia e Bielorussia. In 14 giorni verranno coperti 9.000 chilometri, circa 600 al giorno. 

Dopo il viaggio dello scorso anno sono state apportate delle migliorie alla Vespa Gaspare, ricostruendo il portapacchi posteriore, permettendo di distribuire omogeneamente il peso dei 20 kg di olio per la miscela ed i bagagli, mantenendo le sue piccole ruote da 8 pollici, “le classiche ruote della carriola”.

La prima tappa è programmata per la serata del 3 agosto, al Vespa Club Pordenone, dove si terrà una festa a favore di Alessandro; seconda tappa in Ungheria, al Vespa Club Gyor, organizzatori del Vespa World Day 2019, l’evento vespistico mondiale svoltosi il 10 giugno sulle sponde del lago Balaton, che ha accolto 5000 vespisti giunti da 40 diverse nazioni, per poi proseguire con rotta Odessa in Ucraina.

Gli obiettivi del progetto di Alessandro sono il risanamento dell’ospedale psichiatrico infantile di Gomel; distribuzione di materiale didattico, sanitario e di prima necessità a favore di scuole, orfanotrofi ed internati del comprensorio di Babici, Rechitsa, Ulukovie e Gomel; sostegno a favore del centro disabili Mayflower e dei pazienti oncologici infantili di Gomel “Detskaja Gematologia”, e per la scuola speciale audiolesi di Rechitsa; sostegno ad ogni famiglia in grave difficoltà economica del paese di Strukacev; acquisto di strutture ortottiche a favore dell’asilo n. 27 degli ipovedenti e sussidio a più di 200 bambini orfani diabetici.

La raccolta fondi avviene attraverso donazioni effettuate direttamente all’associazione, vendite di placche da collezione, aste ed eventi totalmente a scopo benefico.

Il motto del progetto? «La vita è un viaggio… L’altruismo la nostra meta!».

Per seguire il viaggio di Alessandro e Gaspare è a disposizione la pagina Facebook "Un viaggio per la Vita 2019". 

Gabriele Gigi Galassi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore