/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 20 luglio 2019, 12:23

Molesta una 12enne e fugge, la polizia lo trova subito: l'accusa è di violenza aggravata su minore

Il fatto è accaduto a Busto Arsizio appena 10 giorni fa: protagonista un 34enne pakistano, scappato prima a Bergamo e poi a Brescia. Fuga vana, perché gli agenti lo hanno rintracciato e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria

Molesta una 12enne e fugge, la polizia lo trova subito: l'accusa è di violenza aggravata su minore

Identificato in appena 10 giorni e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria con l'accusa di violenza aggravata ai danni di minore. La Polizia di Stato del commissariato di Busto Arsizio è stata velocissima nel rintracciare un pakistano in fuga dopo essersi reso protagonista di un atto vile. Era il 9 luglio quando, in centro città, una madre contattava la polizia per denunciare quanto accaduto alla figlia 12enne nell'androne del loro palazzo. Lì, il 34enne di origine pakistana, in regola sul territorio italiano in quanto richiedente asilo, avvicinava la ragazza durante la sua attività di volantinaggio, che spesso svolge sul territorio. L'uomo ha iniziato a importunare in modo aggressivo la dodicenne, anzitutto cercando di consegnarle con insistenza i volantini, che la ragazza ha rifiutato chiedendo di metterli nella cassetta della posta. Dopodiché il 34enne ha iniziato a chiederle informazioni personali e, nella sua escalation di violenza, l'ha poi abbracciata fino a sfiorarle un seno mentre tentava di baciarla. 

Appena arrivata la denuncia la polizia si è subito messa sulle tracce del pakistano, che nel frattempo si era repentinamente dileguato, grazie anche all'accurato identikit realizzato grazie alla madre e alla ragazza. Il sospettato è stato così individuato e confermato grazie al riconoscimento fotografico. La fuga del 34enne si è diretta prima a Bergamo e successivamente nel bresciano; proprio nella città di Brescia, ad appena 10 giorni dal fatto, il pakistano è stato trovato e fermato. 

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore