/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 11 luglio 2019, 17:40

Una pedalata da Vienna a Barcellona con gli "Amici di Tommy e Cecila Onlus". Il traguardo è acquistare la "bici degli abbracci"

L'associazione di Sesto Calende lancia il progetto insieme al rider piemontese Paolo Zanetta. «Il nostro sogno? Mettere a disposizione questa bicicletta inclusiva a disposizione dell'ufficio turistico di Sesto»

Una pedalata da Vienna a Barcellona con gli "Amici di Tommy e Cecila Onlus". Il traguardo è acquistare la "bici degli abbracci"

L’associazione sestese "Amici di Tommy e Cecilia Onlus" non si ferma nemmeno durante il periodo estivo lancia un nuovo progetto. Grazie all’importante collaborazione con Paolo Zanetta, rider della sponda piemontese, che quest’anno con la sua maglia sponsorizzerà la associazione di Sesto Calende effettuando Three Peaks Bike Race, una gara di bici non supportata su tre importanti valichi di montagna.

La gara inizia a Vienna al Castello di Schönbrunn il prossimo 20 luglio e avrà un traguardo ambizioso: raggiungere Barcellona, in Spagna. La distanza della gara è di circa 2000 chilometri e sarà portata a termine in circa una settimana pianificando il proprio percorso e attraversando il Passo dello Stelvio, Il Colle delle Finestre e l’Arcalis, fino a terminare l’avventura  all'Arc de Triomf, nella capitale catalana.

Questa importante impresa ,verrà seguita nei  dettagli passo passo dalla partenza al traguardo tramite i canali social dell’associazione (https://www.amiciditommyececilia.it) e sarà finalizzata ad una raccolta fondi per poter acquistare una  speciale bicicletta inclusiva del noto marchio  “HUG BIKE” , la famosa “bicicletta degli abbracci”.(Info: https://www.gofundme.com/rideforbike)

«HUG BIKE"  è un tandem differente - spiegano dalla associazione - Si guida dal sellino posteriore, grazie ad un lungo manubrio. Questo fa sì che il passeggero che siede davanti sia “abbracciato” da chi conduce il tandem, un’opportunità davvero unica di pedalare in tandem, il guidatore siede sul sellino posteriore e “abbraccia” il passeggero,rendendo possibile la pedalata in tutta sicurezza, appositamente pensata per le persone nello spettro autistico, che pur non avendo problemi motori non sono in grado di pedalare. Un invenzione davvero unica e rivoluzionaria che ha permesso già a tante persone con autismo e anche con  altre difficoltà, di godersi la possibilità di una pedalata in libertà in bicicletta».

«Il nostro progetto - commentano dall'associazione - prevede di poter regalare a quante più persone possibili questo sogno: non solo vorremmo acquistare la bicicletta ma vorremmo metterla a disposizione del ufficio turistico di Sesto Calende per tutti coloro che gratuitamente vorranno farsi una biciclettata in compagnia. Non vediamo l’ora di poter provare la nuova bicicletta e vederla in giro per la nostra città, rendendo felici tante famiglie e regalando un’opportunità inclusiva».

 

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore