/ Varese

Che tempo fa

Cerca nel web

Varese | 10 luglio 2019, 13:40

Orti, parchi giochi e aree cani: ai varesini piace prendersi cura dei beni comuni

Cresce l’interesse per questa formula di cura della città. Già quattro i progetti solo dell’assessorato all’Ambiente

Orti, parchi giochi e aree cani: ai varesini piace prendersi cura dei beni comuni

C’è grande fermento intorno al progetto lanciato dall’amministrazione comunale di Varese che prevede la stipula di accordi tra l’ente pubblico e i cittadini interessati a prendersi cura, in sinergia con il Comune, di diversi luoghi della città. Orti didattici, parchetti di quartiere, aree giochi per bambini e zone dove far correre gli amici a quattro zampe: sono solo alcuni dei progetti a cui sta lavorando l’assessorato all’ambiente guidato da Dino De Simone.

«Negli ultimi mesi abbiamo già stretto due patti di collaborazione e altri due sono in dirittura di arrivo – afferma l’assessore - Uno dei primi progetti avviati si trova a San Fermo e riguarda un orto didattico che stiamo curando insieme alla scuola elementare IV Novembre e ad altri soggetti. Un nuovo accordo invece è stato concluso proprio ieri pomeriggio e si tratta della gestione della nuova area cani di Avigno che porteremo avanti grazie alla sinergia con il nuovo comitato costituito da proprietari degli amici a quattro zampe». 

Tutti questi risultati sono stati possibili grazie al nuovo regolamento approvato dal Comune di Varese che disciplina proprio le formule per avviare collaborazioni di vario genere, con l’unico obiettivo di valorizzare diverse tipologie di spazi presenti in città. Un progetto che sta riguardando in modo trasversale tutti i settori di Palazzo Estense proprio perché il regolamento non pone limiti alle tipologie di beni comuni su cui si possono stringere rapporti di collaborazione tra l’amministrazione e i cittadini interessati ad adottare uno luogo della città. 

I prossimi progetti già in pista su cui sta lavorando l’assessore De Simone si trovano invece, uno a Calcinate degli Orrigoni, vicino al campo di Atletica appena riqualificato, dove verrà adottato un parchetto. L’altro obiettivo si trova invece a Bregazzana dove, insieme alla parrocchia, l’idea è quella di prendersi cura di un parco giochi per bambini. In quest’ultimo caso l’incontro per stipulare l’accordo di collaborazione è previsto per fine luglio.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore