/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 10 luglio 2019, 12:36

Rubavano le carte di credito ai passeggeri di Malpensa e facevano incetta di contanti: in carcere coppia di "marsigliesi"

Si spostavano ogni fine settimana dalla Francia al Varesotto: con le carte sottratte ai viaggiatori prelevavano il denaro nelle banche della zona. La Polaria era sulle loro tracce da qualche settimana: l'altra sera li hanno catturati.

Rubavano le carte di credito ai passeggeri di Malpensa e facevano incetta di contanti: in carcere coppia di "marsigliesi"

Pendolari del furto pronti a fare incetta di contanti grazie alle carte di credito rubate ai passeggeri di Malpensa. Gli agenti della Squadra Investigativa della Polaria dell'aeroporto varesino nella tarda serata di domenica hanno individuato i due autori di una serie di furti, commessi nelle settimane scorse: i due, entrambi francesi, prelevavano indebitamente denaro contante dagli sportelli bancomat dei paesi intorno all'aeroporto.

Il risultato è arrivato dopo un'articolata indagine iniziata con alcune denunce presentate dai passeggeri alla Polizia di Frontiera che ha consentito di ricostruire il modus operandi dei due criminali. I ladri si impossessavano del denaro prelevandolo da sportelli bancomat nei comuni limitrofi all'aeroporto utilizzando carte di credito rubate a passeggeri che, nelle stazioni di servizio vicino a Malpensa, facevano rifornimento all'auto a noleggio prima della restituzione in vista della partenza.

Grazie a queste informazioni e alle immagini delle videocamere di sorveglianza è stata avviata una serie di controlli, durante i week-end, nei pressi delle stazioni di rifornimento preferite dai ladri che, da quanto emerso dall'attività investigativa, si spostavano sistematicamente dalla zona di Marsiglia ogni fine settimana e per farvi ritorno al termine dei colpi.

Domenica sera la polizia è riuscita a individuare i due nei pressi di una banca Lonate Pozzolo. Uno dei due è stato fermato dagli agenti, non senza difficoltà a causa della vigorosa resistenza opposta, mentre l'altro, dopo aver tentato di liberare il compagno, è fuggito in auto.

Immediatamente è partita la caccia all’uomo: note di ricerca sono state inviate alle forze di polizia territoriali, con la descrizione dell'auto in fuga e del suo conducente, che è stato fermato più tardi dalla polizia di frontiera al valico di Ventimiglia subito prima di entrare in territorio francese. Entrambi i fermati, cittadini francesi di 58 e 51 anni, sono stati trovati in possesso del denaro indebitamente prelevato. Per loro si sono aperte le porte del carcere a Busto Arsizio e Imperia.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore