/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 08 luglio 2019, 11:31

Varese terra di Triride! Carrozzine a motore alla conquista del lago con la Freerider

Varese terra di Triride! Carrozzine a motore alla conquista del lago con la Freerider

Grande successo per il raduno di carrozzine con motore elettrico organizzato intorno al Lago di Varese dall'Associazione Freerider Sport Events in collaborazione con Teleflex, Pro Loco Gavirate, Village, Sci Club Jerago e Gallarate Nord.

Gli oltre settanta protagonisti della 7° edizione del raduno nazionale Triride hanno colorato il perimetro del Lago di Varese, con partenza e arrivo al Lido di Gavirate. Patron Gianni Conte ha trovato nell’associazione varesina Freerider Sport Events un ottima quanto affidabile padrona di casa, già convinto dalla due giorni organizzata il mese scorso sulla sponda grassa del Lago Maggiore. «Questa partecipazione così numerosa mi ha emozionato - ha detto Conte alla sua prima volta a Varese - Quando pensai ad un mezzo a motore per persone con disabilità pensavo principalmente a me stesso. Con il passare del tempo l’idea è diventata grande fino a rendermi orgoglioso di vedere sempre più gente come clienti ma soprattutto amici. La testimonianza più bella è vedere anche in questo raduno di Varese magistralmente organizzato dai Freerider tanti amici con i capelli bianchi insieme a tanti giovani. La richiesta di questi raduni aumenta ogni giorno e mi arriva da ogni parte d’Italia. Giornate come questa di Varese sono grandi iniezioni di fiducia per rispondere con maggior frequenza a questa crescente esigenza da parte di tante persone con disabilità».

A far squadra con la Freerider l’immancabile Teleflex e ancora una volta la Pro Loco di Gavirate, gli Sci Club Jerago e Gallarate Nord, Spina Bifida Italia, il “Village”, locale all’aperto in riva al lago diretto e animato da Daniele Lamperti, e nell’occasione la Questura di Varese con in testa il Vicario Leopoldo Testa in bici al pari dell’agente scelto Andrea Monaco e l’agente Francesco Dellicarri.

«Con la due giorni di Stresa e a così breve distanza di tempo questo raduno nazionale dei Triride - il pensiero di fine giornata del coordinatore della Freerider Sport Events Nicola Busata - alziamo ancora l’asticella del nostri impegno rivolto alle persone con disabilità. Punto fermo il nostro Ski Tour che nella prossima stagione diventerà maggiorenne, allo sci da seduti sulla neve e alla sua promozione nelle unità spinali abbiamo aggiunto da tempo i camp estivi in stretta collaborazione con l’Associazione Spina Bifida ed ora anche questo tipo di iniziative che oltre ad allargare collaborazioni e amicizie sono un’opportunità in più per chi in carrozzina ha la volontà di conoscere il nostro territorio e non solo».

Il giro del lago di Varese delle persone con disabilità in Triride, con famigliari, operatori, volontari e alcuni studenti dell’Istituto Rosetum di Besozzo, Licei Sportivi “E.Stein” di Gavirate e “E.Fermi” di Legnano in bici, ha preso il via alle 10 in punto per far tappa al Village intorno alle 13 per un aperitivo colorato dalle evoluzioni aeree di un altro amico della Freerider, Alessandro Paleri, anche lui pioniere del monosci come i Freerider, poi arrivato al suo status di pilota tetraplegico del Team We Flay con oltre 2000 ore di volo.
Il ritorno del corposo gruppo su tre e due ruote al Lido di Gavirate è avvenuto intorno alle 15 con i volontari della Pro Loco di Gavirate come sempre insuperabili nella cura dell’ambiente e nella distribuzione dei pasti. Nel tardo pomeriggio il rompete le righe con le navette in moto per aeroporti e stazioni da dove sono ripartiti i partecipanti arrivati a Varese da più lontano, addirittura dalla Puglia!

Roberto Bof

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore