/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 08 luglio 2019, 17:27

Pallanuoto, le due Busto si fondono in un'unica società. Ma arriva la rinuncia alla Champions League

La prima foto ufficiale della Busto Sport Management Pallanuoto (dal sito ufficiale della squadra)

La prima foto ufficiale della Busto Sport Management Pallanuoto (dal sito ufficiale della squadra)

Un'unica società di pallanuoto a Busto Arsizio: è nata oggi la Busto Sport Management Pallanuoto, risultato della fusione tra Sport Management Pallanuoto (A1 maschile) e Busto Pallanuoto Renault Paglini (serie C maschile). Un rapporto di collaborazione già esistente che porta alla nascita di un solo club, che manterrà i valori di entrambe le società: ambizione e territorialità. Il "matrimonio" è stato celebrato oggi in Comune a Busto Arsizio, alla presenza del sindaco Emanuele Antonelli e dell'assessore allo Sport Gigi Farioli, svelando due novità: logo e colore del sodalizio, che unisce il simbolo del Mastino al biancorosso della Busto Pallanuoto; la rinuncia alla Champions League, la massima competizione europea. 

LE DICHIARAZIONI

Queste le parole di Sergio Tosi, presidente del club: «Oggi è un momento storico di un percorso iniziato l’anno scorso dove noi (la Sport Management, ndr) siamo riusciti con la Federazione Italiana Nuoto a farci riconoscere il titolo pur trasferendo e cambiando nome alla parte sportiva di Sport Management, diventando a tutti gli effetti di Busto Arsizio. Abbiamo cambiato i colori che dal gialloblù sono diventati biancorossi e ora quest’ultima tappa è la fusione del nostro ceppo veneto con quello di Busto Arsizio che oggi è rappresentato dal dottor Claudio Grillo, un grande amico in tutti i sensi della nostra società e soprattutto consigliere speciale del presidente. Stamattina vogliamo sancire questa fusione che faciliterà anche l’interscambio di atleti. Da quest’anno tutto il settore giovanile avrà un unico marchio e passare da una squadra all’altra sarà più facile, così come ci auguriamo possa essere più facile per i ragazzi della zona arrivare anche fino in prima squadra. Con questa fusione vogliamo sempre più radicarci sul territorio e contemporaneamente allargare la nostra academy, cercando dunque di far crescere la pallanuoto a Busto Arsizio e sul territorio circostante».
Tosi ha concluso anticipando i progetti per la prossima stagione e la probabile rinuncia alla Champions League: «Inseriremo tanti giovani in prima squadra e magari anche qualche ragazzo che quest'anno ha giocato la serie C. Il gruppo dell'anno scorso ha superato ogni aspettativa, arrivando fino alle final eight di Champions League: purtroppo questi grandi risultati ci hanno costretto a rinunciare a diversi di loro, che hanno scelto nuove destinazioni per il proseguo della carriera. Purtroppo con ogni probabilità saremo costretti a rinunciare alla Champions League, ma andremo avanti con il campionato e cercheremo di fare del nostro meglio. Intanto ringrazio l’Amministrazione Comunale per l’ospitalità e cercheremo di ripagare al meglio la fiducia che questa città ha dato al nostro progetto».

Sulla fusione è stato Claudio Grillo, brand manager Renault Paglini, a fornire ulteriori elementi: «Quello che stiamo annunciando oggi era già stato messo in gioco lo scorso anno, quando Sport Management decise di diventare Busto.  Già all’epoca si era valutata l’idea di fare questa fusione tra Busto Pallanuoto e Sport Management, ma il presidente Sergio Tosi, con senso di stile, aveva preferito andare avanti con due squadre per non apparire prevaricante. Noi abbiamo affrontato un altro anno come Busto Pallanuoto, in una situazione un pochino difficile difficile abbiamo fatto comunque un bel campionato, raggiungendo il terzo posto in serie C. Ora è tornata in gioco questa fusione che sembrava logico fare e abbiamo detto che quando ci si mischia, ci si scambiano anche i valori: Sport Management è una squadra fortemente agonistica che vuole ottenere grossi traguardi, la nostra squadra e la nostra azienda invece una realtà radicata sul territorio: questa sarà la nuova filosofia. Il traguardo che ci poniamo è avere un gruppo di otto giocatori che nascono dal territorio, ai quali ne vanno aggiunti cinque di altissimo livello. Lavoreremo dunque con tutto il territorio, la cosiddetta area vasta come dice il nostro assessore: così abbiamo deciso di coinvolgere Rari Nantes Legnano con il suo presidente Antonio Penati, mettendo a disposizione,  come primo segno di collaborazione, il nostro titolo di serie C e i giocatori che attualmente giocano in serie C, nonché eventuali prestiti alternativi che Sport Management può fare. Il presidente si è detto soddisfatto, ognuno poi si organizzerà a casa sua. Non sarà comunque l’unica squadra con cui intrecceremo rapporti in questo percorso di crescita».

Il punto sulla squadra lo ha fatto il ds Gianni Averaimo: «Con la squadra dell’anno scorso abbiamo bruciato le tappe, ottenendo un risultato incredibile, le final eight di Champions League. Manterremmo il blocco della squadra dell’anno passato con le conferme di Giuseppe Valentino, Gianmarco Nicosia, Cristiano Mirarchi, Luca Damonte, Lorenzo Bruni, Giacomo Casasola e Vincenzo Dolce, a completare la rosa ci sarà qualche giovane interessante della Busto Pallanuoto e cercheremo anche di scovare ragazzi molto giovani che però in futuro possano garantire una solidità di squadra. All’inizio del campionato avremo sicuramente una squadra attrezzata e che potrà fare una buona figura nel campionato di serie A1».

A nome della squadra è intervenuto il difensore Giuseppe Valentino: «Il nuovo logo avrà il Mastino, a cui sono molto affezionato, e anche i colori di Busto Arsizio. Posso solo dire che qui ormai siamo di casa ed è bello essere fermati per strada dalle persone che ti fanno i complimenti, ti chiedono come va la squadra e ti fanno sentire parte di qualcosa d’importante. Il prossimo sarà un anno impegnativo anche per i nuovi ragazzi che verranno con noi in prima squadra e faremo un altro anno da Mastini, quelli che non mollano mai».

In chiusura l'assessore Farioli e il sindaco Antonelli: «Oggi benediciamo in maniera ufficiale quest’ulteriore e importante passaggio nei rapporti tra Sport Management e i ragazzi di Busto Arsizio e della Busto Pallanuoto Renault Paglini. Questo nuovo progetto farà sì che si radichi sempre di più questo percorso che anni fa ha portato la pallanuoto in città».

«Devo ringraziare Sport Management e Busto Pallanuoto se oggi questa città ha una squadra nella massima serie e ringrazio anche Renault Paglini che è un po’ lo sponsor della nostra città - ha detto Antonelli - Questa fusione è importantissima e una cosa molto intelligente che porterà tanti benefici».

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore