/ Territorio

Che tempo fa

Cerca nel web

Territorio | 06 luglio 2019, 12:48

Le scorribande dei cinghiali preoccupano Luvinate: «La priorità è la sicurezza dei cittadini»

Continui avvistamenti nei parchi e nei giardini: gli animali si sono avvicinati anche alla scuole e all'asilo. Questa mattina il sindaco Alessandro Boriani ha incontrato l'Associazione Cacciatori Campo dei Fiori per cercare soluzioni.

Le scorribande dei cinghiali preoccupano Luvinate: «La priorità è la sicurezza dei cittadini»

Cinghiali che danneggiano proprietà private, cinghiali che camminano nei giardini, cinghiali a passeggio nei parchi pubblici a ridosso di strade, scuola e asilo. Un fenomeno ormai preoccupante che è stato al centro dell'incontro svoltosi questa mattina tra il sindaco di Luvinate Alessandro Boriani e l'Associazione Cacciatori Campo dei Fiori, presieduta da Eugenio Porto Bonacci, alla presenza del segretario provinciale di FederCaccia Luigi Roi e con l'assessore al Patrimonio del Comune di Casciago Alberto Gaggioni e il consigliere comunale Angelo Penati. 

PROBLEMA CHE RICHIEDE URGENTI MISURE. "Nel confronto odierno - ha detto il sindaco - sono emerse numerose criticità che oggi la normativa regionale e nazionale presenta nel regolamentare in modo adeguato un problema crescente per noi sindaci di frontiera tra boschi e zone abitate sul fronte della sicurezza e incolumità e su cui non possiamo che sollecitare le autorità competenti. Nei prossimi giorni scriverò per questo ai consiglieri regionali e agli eletti Lombardi di Camera e Senato".

AUMENTARE NUMERO CAPI PER IL CONTENIMENTO. "In questo momento è in corso un'azione di contenimento dei capi definito dall'Utr in base a un numero preventivamente autorizzato. Dai segnali che arrivano dai territori si tratta però di un numero non adeguato ad un'esigenza di sicurezza molto più radicata. Scriverò nei prossimi giorni anche all'assessore Rolfi e all'Utr Insubria perché esamino anche tale opzione, fino all'apertura del periodo tradizionale  di caccia di novembre" ha proseguito Boriani. 

DIALOGO CON ENTE PARCO CAMPO FIORI. "Con gli uffici del Parco siamo già in dialogo, in modo molto concreto e proficuo, su tanti fronti. Insieme - conclude il primo cittadino - troveremo il modo per lavorare anche su tale aspetto, anche a partire dal regolamento di gestione faunistica per le aree a Parco Naturale, al fine di coniugare le sensibilità di tutti, mantenendo però la giusta priorità alle esigenze di Sicurezza dei cittadini".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore