/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 05 luglio 2019, 10:13

Furti, spaccio e violenze: espulsi nove stranieri irregolari in Italia

Nelle ultime due settimane intenso lavoro per gli uomini dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Varese: tre persone sono state accompagnate alla frontiera, altre nove portate in un centro per il rimpatrio.

Furti, spaccio e violenze: espulsi nove stranieri irregolari in Italia

Continuano i controlli contro l’immigrazione clandestina da parte della Questura di Varese: nelle ultime due settimane l'Ufficio Immigrazione ha dato esecuzione a tre accompagnamenti alla frontiera e sei trattenimenti in un centro per il rimpatrio nei confronti di altrettanti stranieri non in regola.

Lo scorso 24 giugno un ucraino irregolare in Italia, dopo essere stato rintracciato dai carabinieri di Caronno Pertusella, è stato espulso. Era gravato da precedenti  per furti e rapine: è stato accompagnato dai militari dell'Arma a Malpensa e rimpatriato.

Lo stesso giorno un tunisino è stato accompagnato dagli agenti della Questura di Varese al centro per il rimpatrio di Bari. Dagli accertamenti effettuati dagli uomini dell'Ufficio Immigrazione, sono emersi infatti a suo carico precedenti per spaccio di droga e per reati contro il patrimonio, maturati in passato in Italia.

Sempre lunedì 24 giugno, gli agenti del Commissariato di Busto Arsizio hanno accompagnato alla frontiera di Malpensa un cittadino albanese. Detenuto in carcere a Busto, dove stava scontando una pena per spaccio, l’uomo è stato raggiunto da un provvedimento di espulsione: è stato quindi imbarcato su un volo diretto a Tirana.

Mercoledì invece la polizia ha espulso un cittadino senegalese, rintracciato in aeroporto in posizione irregolare. Gli accertamenti svolti grazie al fotosegnalamento hanno appurato a suo carico precedenti penali per furto, rapina, lesioni personali, ricettazione e tentata violenza sessuale. Inevitabile l'adozione di un provvedimento di espulsione.

Sabato scorso è stato portato al Cpr di Torino un marocchino già espulso nel 2015, ma rientrato in Italia. L'uomo era stato nel frattempo arrestato e condannato per vari reati: dalla rapina allo spaccio di stupefacenti, dalla rissa al danneggiamento, e ancora lesioni personali e tentata violenza sessuale. All'atto della scarcerazione gli uomini del Commissariato di Busto lo hanno condotto al centro torinese, da dove sarà rimpatriato.

Lunedì gli agenti della Questura hanno eseguito l'accompagnamento alla frontiera di un cittadino albanese. L'uomo era in carcere, dove stava scontando una condanna per spaccio. Accompagnato a Malpensa, è stato imbarcato su un volo per Tirana. Nella stessa giornata, ancora una volta gli uomini del Commissariato di Busto hanno espulso un tunisino, anche lui in carcere. Già noto per reati di spaccio, minaccia, lesioni personali e ricettazione, una volta dimesso per fine pena, è stato raggiunto dal provvedimento.

Infine, lo scorso martedì, in sinergia con i carabinieri della stazione di Cislago, è stato espulso un cittadino egiziano irregolare. Dagli accertamenti sono emersi precedenti per furto aggravato, reati in materia di stupefacenti, falso e reati in materia di immigrazione. Anche lui è stato portato al Cpr di Bari, dove verranno ultimate le procedure volte al definitivo rimpatrio.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore